CITTA’ METROPOLITANA: Approvato il bilancio consuntivo

0
49

Il Rendiconto di Gestione relativo al 2016 è stato approvato oggi pomeriggio dal Consiglio metropolitano con 12 voti a favore (Pd), 2 astenuti (Rete Civica) e 3 contrari (Movimento 5 stelle e Uniti per l’Alternativa).

Il documento conferma il mantenimento degli equilibri di bilancio.

A consuntivo le entrate correnti complessive relative al 2016 ammontano a 116 milioni di euro , di cui 79 di entrate tributarie, 10 di entrate extratributarie e 26 di trasferimenti. Raggiunto quindi il pareggio di bilancio (ex Patto di stabilità) con un saldo positivo di 1,5 milioni.

Le spese correnti risultano di 117 milioni euro e, per quanto riguarda gli investimenti diretti e indiretti, il livello complessivo della spesa si attesta sui 44 milioni , di cui 26 per investimenti diretti, 1 di altre spese in conto capitale e 16 già previsti e da concludersi nei prossimi anni.

Infine, l’avanzo di amministrazione realizzato nel 2016, è di 81 .523.855,54 euro, di cui 38.676.059,81 accantonati, 3.738.952,75 destinati agli investimenti , 37 .257.526,84 vincolati e 1.851.316,14 disponibili .

“Esprimo grande soddisfazione per il risultato raggiunto – ha sottolineato Giampiero Veronesi , consigliere metropolitano con delega al Bilancio – anche alla luce del fatto che l’approvazione del Rendiconto della gestione nella Città metropolitana di Bologna avviene con considerevole anticipo rispetto alle altre Città metropolitane del territorio nazionale. Si è trattato di un lavoro importante per il quale il primo ringraziamento va alla dirigente dell’area e alle sue collaboratrici. Va infatti considerato che con sole quattro unità di personale, inferiori a quelle che si trovano quindi nella gran parte dei singoli Comuni della cintura metropolitana bolognese, il nostro ente è riuscito a concretizzare questo risultato. I numeri parlano chiaro: un risultato di amministrazione di oltre 80 milioni di euro al 31/12/2016 che però, al netto di parti accantonate e vincolate, porta ad un avanzo disponibile di meno di 2 milioni di euro. Questo credo debba far riflettere ancora una volta sul fatto che la Città metropolitana vive di finanziamenti dello Stato i quali, se ritardati, oppure, peggio ancora, tagliati, non consentono a questo ente di vivere. Non appena possibile decideremo comunque la destinazione dell’avanzo non vincolato cercando come sempre di utilizzarlo al meglio”.

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here