CITTA’ METROPOLITANA: Oltre 1 milione di euro per la scuola per l’infanzia

Oltre 1 milione di euro per interventi di qualificazione
e miglioramento delle scuole dell’infanzia
Ruscigno: “Sosteniamo progettazioni pedagogiche e culturali innovative”
È stato approvato, con atto del Sindaco metropolitano, il Programma di interventi di qualificazione e di miglioramento delle scuole dell’infanzia per l’anno scolastico 2017/2018.

Per quanto riguarda gli interventi di qualificazione scolastica 3-5 anni finalizzati a innalzare la qualità dell’offerta educativa, a favorire il raccordo interistituzionale, la continuità educativa e l’aggiornamento del personale, le risorse regionali stimate sono 408.940 euro, facendo riferimento ai sette ambiti territoriali in cui è suddiviso il territorio metropolitano. Possono presentare la domanda di contributo i Comuni e le Scuole dell’infanzia del sistema nazionale d’istruzione.

Il secondo ambito di azione riguarda gli interventi per il miglioramento delle scuole dell’infanzia (progetti 3-5 anni) e il coordinamento pedagogico.
La Città metropolitana finanzia progetti con l’obiettivo specifico di sostenere il processo di miglioramento dei servizi attraverso un insieme articolato e differenziato di interventi e, in particolare, attuare progetti di miglioramento del contesto e della proposta educativa.
In questo caso le risorse finanziarie regionali stimate sono 646.365 euro per il miglioramento e 95.520 euro per il coordinamento pedagogico.
Possono presentare la domanda di finanziamento scuole dell’infanzia private paritarie o associazioni di scuole dell’infanzia private paritarie.

Il termine per presentare le richieste di finanziamento è il 20 maggio.

“In continuità con gli anni passati – ha sottolineato il consigliere delegato alla Scuola Daniele Ruscigno –  tra le nostre priorità ci sono azioni volte ad assicurare la generalizzazione della scuola dell’infanzia sul territorio metropolitano, azioni per favorire l’attivazione di aggregazioni tra scuole a dimensione sovracomunale, azioni per sostenere la continuità educativa e la qualificazione della professionalità degli operatori e la valorizzazione del coordinatore psicologico. Sosteniamo inoltre progettazioni innovative per l’integrazione di bimbi con disabilità, per l’educazione interculturale e alle differenze, la prevenzione del disagio e il coinvolgimento dei genitori.”

Condividi

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *