CITTA’ METROPOLITANA – Marta Evangelisti : ” Ho perplessità sulla legittimità della tassa sui passi carrai”

1
44

Nella giornata odierna Marta Evangelisti, consigliera di Città Metropolitana del Gruppo  “Uniti per l’Alternativa”, presenterà un’interrogazione circa la legittimità della tassa sui passi carrai.
“Numerose sono le perplessità soprattutto in ordine alla individuazione degli stessi nelle zone extra urbane- ha dichiarato-  Spesso infatti da noi il piano stradale non viene modificato, non vi è un’opera che sottragga superficie all’utilizzo pubblico. Ancora spesso questi passi non sono stato richiesti ed infatti non vi è un cartello che li evidenzi, ma sono stati “imposti” dalla ex Provincia: la pratica per rivedere la presunta concessione è laboriosa e soprattutto costosa. Altro aspetto quello legato alla intestazione della tassa, un po’ come per quando avviene per il Consorzio di Bonifica, si prende un intestatario e questo… si arrangia. ha concluso Marta Evangelisti In ultimo il fatto che la giustificazione per il ripristino di questo costoso balzello è stato giustificato anche con i servizi resi ai Cittadini: in realtà ben poco sta facendo la Città Metropolitana lungo le nostre strade e la tassa appare davvero piuttosto iniqua!

Marta Evangelisti

SHARE

Un commento

  1. Qualsiasi trovata anche estemporanea pur di spillar soldi al suddito appare legittima a chi l’impone . Anni fa ci fu chi propose di porre un balzello anche agli usci delle private abitazioni . La cosa era ormai in dirittura d’arrivo quando qualcuno si accorse che, come era stata studiata, la norma vessatoria era…anticostituzionale . Senza scomodare i padri costituzionalisti, sarebbe stato sufficiente una infinitesima dose di buon senso in aggiunta ad una altra infinitesima dose di rispetto per i sudditi per evitare di sprecare tempo ed ingegno (?) ad elaborare una simile porcata . Erano altri tempi, oggi una simile trovata verrebbe approvata ed applicata in 24 ore .

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here