In Alto Reno un brindisi a metà

1
774

Due notizie apparse la settimana scorsa sui quotidiani dovrebbero aver portato il sorriso agli abitanti dell’Alto Reno ed in particolare a  commercianti ed albergatori.

Al Senato è passato un provvedimento (un ddl che apre la strada alla legge) che ha l’obiettivo di aiutare i piccoli comuni, affinchè si fermi il loro spopolamento.  L’obiettivo è una protezione del passato (riqualificazione degli immobili dei centri storici, dei vecchi caselli e stazioni ferroviarie dismesse) ed un lancio nel futuro (banda larga).

L’altra buona notizia è di carattere metereologico. Nella  Russia orientale ( Siberia) si è abbassata notevolmente la temperatura ed è già nevicato. Questo, secondo gli esperti, lascerebbe supporre che, dopo un’estate lunga e calda,  ci aspetta un inverno molto freddo e nevoso.

Bene, tutti contenti sulle nostre montagne. Ma andiamo piano col brindisi, meglio farlo col bicchiere a metà.

Quella proposta di legge non è stata una folgorazione improvvisa, perché era ferma da 16 anni (!), mentre lo spopolamento e la crisi dei territori erano ben vivi e a conoscenza di tutti. Diciamo che essere entrati nel famoso semestre che precede le elezioni ha dato una grossa mano. Bisognerà poi vedere in pratica che benefici arriveranno perché  la disponibilità finanziaria concessa sembra quasi generosa (100 milioni di euro), ma se andiamo a leggere i particolari, bisogna frenare. Questa cifra arriva al 2023 e va divisa per i 7.998 comuni aventi diritto, ovvero quelli con meno di 5.000 abitanti. Sarà un bel problema con quel poco che arriverà in Appennino pensare a tutti gli obiettivi citati prima.

Sulla seconda c’è da fare la più ovvia delle valutazioni. Come hanno sempre sottolineato gli scienziati più seri, le previsioni meteo possono fare previsioni con buona percentuale di esattezza solo per i prossimi tre giorni, dopo ci si basa sulle percentuali delle passate stagioni. E sulle tradizioni, aggiungo io. Quindi anche in questo caso, facciamo un brindisi pensando al prossimo inverno che ci auguriamo con tanta neve…ma riempiamo sempre il bicchiere …a metà……

Foto di Giacomo Zeb Lenzi

SHARE

Un commento

  1. Con poche migliaia di € c’è poco da fantasticare . Se fosse per me dedicherei detta somma a mettere a posto, nel Comune di Lizzano in B., le antiche percorrenze transappenniniche apportatrici di turisti , di lavoro ed anche di SOLDI . Lascerei perdere le Kermesse con politicanti ed assimilati che, oltre a dar aria ai denti con le loro sconclusionate verbosità, non hanno portato un solo € nelle casse degli operatori economici della zona .

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here