LIZZANO: Tarantino produce marijuana e finisce in manette

Nel 2011 era già stato arrestato per lo stesso motivo

1
1797

 

I Carabinieri della Stazione di Lizzano in Belvedere hanno arrestato un produttore di marijuana di quarantaquattro anni.

L’uomo, nato a Taranto ma residente a Bologna, dovrà rispondere di “Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope”, art. 73 del Decreto Legislativo “9 ottobre 1990, n. 309”, a seguito del ritrovamento di sessantasei piante di marijuana che lo stesso coltivava in un’area boschiva, isolata e difficile da raggiungere, situata a Chiesina – Farné, una località del comune di Lizzano in Belvedere.

Fermato dai Carabinieri, mentre stava andando ad annaffiare il campo, il tarantino ha ammesso le proprie responsabilità, anche perché sarebbe stato inutile negare l’evidenza dei
fatti, considerati i suoi precedenti di polizia specifici, in particolare nel 2011 quando venne arrestato dai Carabinieri di Calderara di Reno per lo stesso motivo, ovvero la coltivazione di 131 piante di marijuana.

La sostanza stupefacente, verde e rigogliosa, è stata estirpata e sequestrata
dai Carabinieri. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna,
il produttore di marijuana è stato sottoposto alla misura cautelare degli
arresti domiciliari, in attesa di essere presentato davanti al GIP.

SHARE

Un commento

  1. Viste le capacità orticole del Tarantino, accidenti che piante prosperose, si potrebbero utilizzare per coltivazioni meno psicotrope e più legali . La zona della Val di Gorgo, ove sono site Farné, Chiesina, Rocca Corneta ed altri borghi, hanno una lunga tradizione agricola . Unire il talento orticolo del signore per la produzione di orzo e luppolo per birra e l’iniziativa di alcuni volonterosi per la creazione di un birrificio artigianale, sono certo di un ottimo risultato . Giova ricordare che la birra, cervogia per i Celti, era la bevanda nazionale dei Galli . E dove si trova una vallata più celtica di quella del Dardagna ove i Galli Boi hanno lasciato ampie tracce della loro cultura ? Avanti giovani, iniziate a produrre la Birra dei Galli Boi, sulle etichette mettete i comignoli cilindrici e le teste scolpite . Mica tutti hanno un simile patrimonio storico !

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here