Gli autovelox ci aspettano

“Gli autovelox minacciati a Marzabotto sono spuntati a Sasso,  serviranno a qualcosa ?”

Biagio T. Casalecchio

 

Sugli autovelox di Marzabotto non si sono più avute notizie, ma non è detto che prima o poi risaltino fuori in concreto. Quelli di Sasso sono stati una sorpresa. A cosa serviranno ? Intanto a far parlare della Porrettana e dei suoi problemi (asfalto, buche, ecc..). Ma io ho sempre pensato, in generale e quindi non mi riferisco al sindaco Mazzetti e al suo assessore, che prima di tutto diano una bella mano alle casse comunali, poi un aiuto sotto il profilo elettorale (il politico di turno fa vedere che ascolta i cittadini e quindi si aspetta che ricambino col voto personale o almeno alla lista) ed infine anche alla sicurezza stradale. Per quanto riguarda la vicenda di Sasso Marconi direi che le cifre che avrei piacere fossero comunicate dovrebbero essere queste: numero degli incidenti  nel tratto urbano, quanti imputabili all’alta velocità ed infine quante multe hanno fatto i VVUU per eccesso di velocità. Queste risposte troncherebbero ogni discussione politica e non.

L’accennato provvedimento di obbligo dei tir di transito sulla Nuova Porrettana, tratto ex autostrada, richiede come conseguenza che anche lì vengano messi non solo autovelox ma anche altri controlli, perché sicuramente ci saranno non pochi automobilisti che nei rettilinei andranno a velocità sostenuta e incuranti dei cartelli e delle striscie   sorpasseranno i camion creando pericolo per tutti.

Aggiungo una nota come automobilista che percorre il tratto Bologna – Porretta da alcuni decenni: giusto controllare gli eccessi di  velocità in una strada che presenta varie pericolosità sia per le curve anche strette( e magari con uscite di stradine laterali proprio in quei punti  !) e l’asfalto messo male, ma sarebbe bene punire anche il contrario, cioè le velocità molto basse  (30/40 kmh) degli automezzi pesanti con carico oltre il lecito che si mettono anche ravvicinati in fila formando il famoso “treno” che impedisce qualsiasi sorpasso ed obbliga tutti gli altri veicoli a seguire pazientemente… e purtroppo in questi casi ogni tanto qualcuno si lascia prendere dalla fretta e tent l’avventura mettendo a repentaglio la sua vita e quella di altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *