Spett. Redazione, vorrei ricordare al Sig. Valerio Giusti del Comitato per la Ferrovia Porrettana come andavano le cose nell’Alto Medioevo . La società era divisa in tre classi : 1) Le persone colte ( alti religiosi ) 2) I guerrieri ( feudatari di ogni ordine e grado ) 3 ) I lavoratori ( nel 95 % servi della gleba trattati come schiavi nei lavori agricoli ) . In parole povere il 95 % del popolo doveva lavorare per mantenere il 5% altrimenti erano bastonate . Il 5% si cibava di cibi sopraffini, ben cucinati, aveva la precedenza in ogni strada, in ogni riunione e faceva valere la propria superiorità sociale . Al 95% erano lasciate : rape, cipolle ed aglio, quando c’erano . Sig. Giusti, faccia un traslato storico, oggi nei treni regionali ed interregionali viaggiano : operai, impiegati, studenti, insegnanti, artigiani, apprendisti ed altri appartenenti a quelle categorie che con il loro lavoro tengono in piedi il Paese . Al 5% viene dedicato il super treno veloce . Ebbene quando quest’ultimo mezzo di trasporto ha un guasto, la cosa compare nelle prime pagine dei giornali ed in TV, quando i treni che trasportano le plebi sopra accennate, nel 90% dei casi in ritardo, soppressi, guasti, mal tenuti e quanto di peggio si possa escogitare, la cosa non fa notizia, è l’assoluta normalità . Ergo : la servitù della gleba non è scomparsa, ha solo cambiato abito .

Le scrivo queste righe dopo aver atteso alla stazione di Modena, con distributori automatici di biglietti tutti guasti ( 6 ) ed una situazione di degrado poco piacevole, per ben 40 minuti l’interregionale in ritardo che mi potesse portare a Bologna . Tra l’attesa, il ritardo ed il tempo di viaggio, se mi fossi mosso a dorso d’asino avrei fatto prima . Come nel pieno Alto Medioevo .

Saluti da Ettore Scagliarini

P.S. Se le interessa le posso inviare una foto delle carrozze di detto convoglio che stanno assieme per la commistione tra ruggine, chiazze di vernice e macchie di grafomani decerebrati . La ruggine, comunque, regna sovrana .

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here