Quale destino per i pendolari ?

0
480

Un’immgaine dell’incidente ferroviario accaduto a Pioltello

 

LETTERA APERTA AL SIG. VALERIO GIUSTI DEL COMITATO PER LA FERROVIA PORRETTANA

Sig. Giusti, dopo la tragedia di Pioltello, ho fatto alcune considerazioni sui trasporti ferroviari italiani . Statisticamente i convogli regionali ed interregionali, quelli utilizzati precipuamente dai pendolari ( termine con una certa connotazione dispregiativa ) , sono afflitti da una continua serie di guai : ritardi, soppressioni, guasti, incidenti, deragliamenti e tragedie . Da notarsi che questi guai sono, anche statisticamente, di una entità, numerica e di fatto, ben superiore a quelli che interessano trasporti ferroviari che possiamo definire di Serie A ( Alta velocità ed assimilati ) . Spesso alla base di queste disfunzioni vi è una concezione tecnica molto approssimativa . L’assenza di doppi binari ha portato alla tragedia di Crevalcore e di altre zone d’Italia, con morti e feriti in gran numero . Non porre in essere il doppio binario è una grave lacuna tecnica specialmente su linee ad alta frequentazione . Sistemazioni di giunti nei binari fatti alla “Sperindio”cioè, a quanto si vede nei filmati televisivi, fatti in modo tanto incompetente che non lo farebbe neppure un apprendista metalmeccanico, e lì vi sono tecnici, dirigenti, collaudatori ecc. ecc. pagati dai contribuenti . Non parliamo poi di sistemi di riscaldamento, condizionatori, quando e dove vi sono, portiere, finestrini, poltrone ed altro ancora che denotano un quasi totale disinteresse alla loro pratica e tecnica risoluzione . Sig. Giusti perché sono partito da una base tecnica, fa parte della mia cultura, per approdare a quella che possiamo definire filosofia sociale dei trasporti ferroviari in Italia . Al vertice del sistema vi sono le classi egemoni, VIP e politici in primis, in fondo la gente che lavora, studia ed insegna, le plebi . Conseguentemente impegni, scienza, tecnica e soldi, vengono investiti per consentire a coloro che gestiscono, direttamente o indirettamente, il potere di viaggiare in totale sicurezza, comodamente e, spesso, gratis, paga Pantalone e gli altri ? E gli altri cosa vogliono ? Che lavorino e paghino le tasse e stiano zitti . Pioltello, Crevalcore e mille altri guai certificano questa concezione della nostra società . Continuiamo a batterci per avere una più civile gestione anche dei nostri trasporti ferroviari da parte delle nostre così dette Istituzioni che qualcuno ha ironicamente definito Istituzioni per delinquere .

Cordiali saluti da Ettore Scagliarini

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here