BOLOGNA, un vino speciale per i due anni di “Cucine Popolari”

morgantini-2

L’iniziativa di Roberto Morgantini per dare affetto e solidarietà a chi è in difficoltà
guarda all’anno che verrà festeggiando col “pignoletto della solidarietà”

Ci sono occasioni in cui, anche attraverso una rubrica che prova a guardare fatti e persone che ci stanno vicino da un’angolazione un po’ diversa, non occorre spendere troppe parole. Questa, per esempio. In cui si parla, una volta di più e mai abbastanza, dell’iniziativa che ormai più di due anni fa si mise in testa Roberto Morgantini, rendendola di lì a poco un fatto concreto. “Cucine popolari” viaggia ormai verso i due anni di vita, in via del Battiferro, e trova nuove idee per richiamare (risvegliare?) le nostre coscienze. Il futuro è una speranza e un augurio, il futuro è una festa da vivere alzando i calici di un vino speciale, anche questo pensato per sostenere un messaggio solidale, e per assicurare a questo luogo di ritrovo e di convivio una lunga vita. Allora, questa volta brindiamo a “Cucine Popolari” e alle idee di Roberto, lasciando a lui la parola (m.tar.)

di Roberto Morgantini

Mancano davvero pochi giorni al termine di questo 2016 e noi delle Cucine Popolari, con orgoglio, tiriamo le somme del nostro secondo anno di attività. Numerosi sono stati i pasti serviti dai preziosi volontari alle tante persone che, anche se solo per il tempo di un piatto caldo, hanno ritrovato il calore e l’affetto di un tetto ormai dimenticato, la dignità della tavola e il piacere conviviale del cibo. Ed è per questo che abbiamo deciso di rilanciare per “l’anno che verrà”, e la citazione non è casuale, una nuova campagna di sottoscrizione, affinché per le Cucine si possa garantire ancora un futuro e soprattutto rinnovare l’opportunità, a chi non ne ha, di accogliere sempre nuove storie e pensare a forme altre di solidarietà.

Così per quest’anno abbiamo pensato di brindare al 2017 con tutti voi, con tutti quelli che hanno – sin dall’inizio – applaudito e sostenuto, non solo economicamente, il progetto delle Cucine Popolari, e lo vogliamo fare con un prodotto locale, con un vino d.o.c tipico del territorio bolognese: il Pignoletto. Così, a partire dal 14 novembre, inizialmente presso la nostra sede in via del Battiferro 2, verrà venduto in confezioni da due bottiglie e a fronte di 10 € , il “vino della solidarietà”, per rinnovare la speranza e la fiducia al nostro progetto. Sarebbe bello che le tante attività private della città e non solo, valutassero l’idea di utilizzare il nostro vino come strenna natalizia per i propri dipendenti o per le persone care, donerebbero un calice di piacere al palato e un piatto in più per la nostra mensa.

Non possiamo non ringraziare chi, ancora una volta, ha voluto darci supporto e fiducia attraverso diverse forme di sponsorizzazione, e allora grazie all’azienda agricola Nugareto, all’azienda Agricola Botti di Bovina Fabio di Monte San Pietro a Forte Clo e Simona Biagi e a Coop Alleanza 3.0. E’ ancora presto per gli auguri, ma siamo ancora in tempo per abbracciarvi tutti in anticipo e dirvi ancora grazie! Perché se le Cucine Popolari esistono è grazie alla sensibilità di tutti quanti voi che continuate a credere alla possibilità che un mondo migliore è possibile. Vi aspettiamo. Cin cin!

Per informazioni rivolgersi Roberto Morgantini 335-7456877

Condividi

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *