APPENNINO – Problema pediatra a Vergato : Evangelisti interroga Merola

0
390

 

I problemi della Sanità sono sempre vivi e attuali in Appennino: Le due cittadine vicine, Alto Reno Terme e Vergato, purtroppo si alternano ad essere protagoniste negative di allarmi e preoccupazioni per i cittadini. Problemi dei relativi ospedali con decurtazione di reparti e  personale sono note dolenti di tempi recenti. Ultimo in ordine di tempo è quanto sta succedendo e per succedere alla Pediatriua di Vergato e su questo tema interviene con un’interrogazione Marta Evangelisti, consigliere della Città Metropolitana e componente del “Gruppo Uniti per l’Alternativa”:

 

Preg.mo

Presidente Città Metropolitana                                                                                       Di Bologna  

Sig. Virginio Merola

 

 INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

 

Avente per oggetto: “ Provvedimenti CTSS in merito alla prossima mancanza di Pediatra nel Comune di Vergato”

 

La sottoscritta Consigliere Metropolitano Marta Evangelisti del Gruppo “Uniti per l’Alternativa”                                                      

Premesso che

Mercoledì 22 Novembre u.s.  ad una riunione pubblica tenutasi presso il Comune di Alto Reno Terme organizzata per confrontarsi sul servizio pediatrico gestito dal nuovo medico nominato,  nella persona della dott.ssa Mariella Bruzzese, il responsabile del servizio Medici di Base dott. Alessandro Fini ha comunicato che il 31/12 sarà l’ultimo giorno di servizio del pediatra dott. Gjahandideh  Mehdi del Comune di Vergato., in quanto il medesimo ha deciso di trasferirsi in altra sede;

Rilevato che

il territorio della Media e Alta Valle del Reno ha dovuto sopportare grossi disagi,   dovuti alla mancanza di un medico pediatra ed ai tempi lunghissimi proprio relativi alla nomina di un nuovo pediatra, come già portato alla attenzione del Sindaco Metropolitano e della CTSS;

Preso atto come

Anche in questo caso nessuna comunicazione è stata fornita alle famiglie

Considerato che

tale territori si trovano già fortemente penalizzati da diverse situazioni che rendono sempre più difficile vivere e abitare nei territori montani, anche e soprattutto per quanto riguarda il tema del riordino dei servizi ospedalieri, soprattutto in quella area;

Evidenziato che

la presenza di un pediatra costituisce un elemento imprescindibile per una comunità locale e servizio indispensabile che non può assolutamente mancare nell’offerta medica e sanitaria

Rilevato come

L’elevato numero di pazienti del pediatra Dott. Gjahandideh  Mehdi non potrà certamente essere assorbito dai colleghi che operano sul medesimo territorio che da quanto riferito sono solamente due;

Atteso come

La nuova conferenza nata dall’intesa tra il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e il sindaco di Bologna, Virginio Merola, come luogo della governance delle politiche sociali e sanitarie dell’area metropolitana di Bologna ha tra le proprie competenze anche la verifica periodica dell’attività delle Aziende sanitarie presenti sul territorio.

Si interroga

Il Sindaco Metropolitano e il Consigliere delegato

Per conoscere

Se è a conoscenza della situazione come sopra esposta

Quali iniziative urgenti intenda assumere per evitare che anche sul territorio in questione, così come già avvenuto in Alto Reno, la popolazione di interi comuni che coinvolgono decine e decine di famiglie si trovino private della imprescindibile figura di un pediatra sul territorio.

Bologna lì, 30/11/2017

Avv. Marta Evangelisti

 

 

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here