RIOLA: “Spazio Omniae” regala le emozioni della fotografia

0
3

 

In occasione della giornata “Regalati l’Appennino 2017”, organizzata e promossa da ASCOM, anche il laboratorio/atelier dell’artista Massimiliano Usai partecipa all’evento, organizzando una particolare mostra fotografica collettiva di appassionati e professionisti del territorio.

Articolo e foto di Fabrizio Carollo

 

La mostra, dal titolo “Percorsi: Per Corpi”, vedrà la partecipazione, oltre ad opere dello stesso Usai, di Giorgia Bellotti, Giuditta Uliani, La Bellot, CaRfa Images, Giovanni Modesti, Alessandra Neri, Giorgio Barbato e Jessica Raimondi, creando una galleria di immagini ricca e suggestiva, intrisa di emozioni più che di tecnica, regalando a qualsiasi appassionato di arte, un appuntamento indimenticabile e certo ricco di spunti di discussione.

 

Mi piacerebbe davvero molto che questo spazio fosse aperto a tutti gli amanti dell’immagine e della fotografia, che sanno cogliere i momenti più significativi di una giornata o un momento di vita ed allenano occhio e mente ad andare oltre le semplici regole che, pur essendo di grande importanza, non possono affatto definire la reale identità di un fotografo.”

Con questo commento, Usai ha espresso grande entusiasmo per questa giornata, raccogliendo già molti consensi e partecipazioni all’evento creato sui maggiori social network; ma questa iniziativa mira soprattutto a sensibilizzare il territorio verso la grande fucina di artisti che troppo spesso sono sottovalutati o vengono ostacolati dalla loro stessa timidezza e non riescono a mostrare al pubblico interessato i loro lavori intrisi di personale interpretazione e soprattutto dei battiti del loro cuore, donando alla stessa immagine una dimensione unica che è ciò che rimane allo spettatore dopo la semplice visione.

L’appuntamento, ad ingresso libero, è fissato dalle ore 9, in località Ponte, proprio di fronte alla sontuosa e popolare chiesa di Alvar Aalto, uno dei simboli artistici della zona, insieme all’ormai famosissima Rocchetta Mattei.

Interventi musicali a cura di Roberto Vitale (autore del recente album Di Legno e Di Cenere, nel quale è inserito il brano Un giorno qualunque, dedicato alle vittime della strage di Marzabotto) e Luca Fattori.

Spazio Omniae e la fotografia, ma soprattutto le visioni di tanti autori, tutti uniti dall’amore per l’arte e la semplice ed intensa potenza delle sensazioni.

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here