CASALECCHIO, a Carioli e Paglia il “Premio Pippi 2014”

Da sinistra Isabella Paglia, vincitrice della categoria Inediti con La grande sfida, Janna Carioli e Sonia Possentini, rispettivamente autrice e illustratrice dei racconti poetici di "L'alfabeto dei sentimenti"

Da sinistra Isabella Paglia, vincitrice della categoria Inediti con La grande sfida, Janna Carioli e Sonia Possentini, rispettivamente autrice e illustratrice dei racconti poetici di “L’alfabeto dei sentimenti”

Premiate le vincitrici della nona edizione del concorso di letteratura femminile per l’infanzia

Sono Janna Carioli (per la categoria Editi) e Isabella Paglia (per la categoria Inediti) le vincitrici della nona edizione del Premio Pippi, concorso nazionale biennale dedicato alla letteratura femminile per l’infanzia, promosso dall’ Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Casalecchio di Reno in collaborazione con la Cooperativa Culturale Giannino Stoppani, con il patrocinio di Provincia di Bologna, Regione Emilia Romagna, Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Emilia Romagna e il contributo di Nykor Pilot Pen Italia .

Premiate questa mattina nella Sala Consiliare del Municipio alla presenza del Sindaco Simone Gamberini e dell’Assessore alle Pari Opportunità Elena Iacucci (alle ore 14,30 si replicherà alla Children’s Book Fair di Bologna), Carioli e Paglia hanno vinto, rispettivamente, 4.000 euro per i racconti poetici dell’ “Alfabeto dei Sentimenti ” edito da Fatatrac (2013), scelto tra i 43 testi arrivati da tutta Italia, e 2.000 euro per il romanzo di formazione “ La grande sfida” che l’ha spuntata sugli altri 10 presi in esame dalla giuria.

Ecco le dichiarazioni a caldo delle vincitrici:

Janna CarioliDivido questo premio sia moralmente sia economicamente con l’illustratrice Sonia Possentini perché i suoi disegni hanno «illuminato d’immenso» le mie parole. Vincere un premio è come un abbraccio dato da centinaia di persone”.

Isabella PagliaSono felicissima, emozionata e onorata di ricevere il Premio Pippi perché Pippi rappresenta un modello di bambina e di essere umano indipendente, creativo e che crede nei propri sogni nonostante le difficoltà, proprio come me ”.

Di seguito le motivazioni della giuria composta da Nicoletta Bacco (Bibliotecaria presso Biblioteca Classense Ravenna), Maria Serena Melillo (libraia presso la libreria per ragazzi “Le storie Nuove” di Conversano Bari), Francesca Romana Grasso (Pedagogista, esperta e studiosa di letteratura per l’infanzia).

Premio editi – L’alfabeto dei sentimenti – di Janna Carioli  (Fatatrac edizioni)
Quando il mondo è capovolto, la bellezza e la sensibilità poetica diventano necessità primarie. 
Un racconto poetico per ogni lettera dell’alfabeto, per ogni lettera un sentimento. 
Il premio Pippi a Janna Carioli, un’autrice che riesce a dare voce ai sentimenti dei bambini e delle bambine con una scrittura giocosa, arguta e intelligente. 
Un libro che offre ai bambini le parole per dire e che richiama gli adulti con le illustrazioni della Possentini. Un abbraccio di parole e immagini che può essere gustato da soli fin dalle prime letture autonome, oppure stando molto molto vicini a chi legge con te.

Premio inediti – La grande sfida – di Isabella Paglia
Un bambino deve affrontare una grande sfida, arrivare fino al folle della montagna e tornare vivo e vincitore. Quest’avventura lo porterà ad affrontare la paura e a riconoscere che spesso essa coincide con l’ignoto. Un racconto breve, cadenzato da un ritmo incalzante adatto a catturare l’attenzione dei più giovani, traghettandoli verso la riva dei lettori per libera scelta. Un libro, dunque, capace di avvicinare i bambini alle meraviglie di tanta buona e ottima letteratura.

Ci sono state anche alcune menzioni speciali editi per Pannocchie da nobel di Cristiana Pulcinelli (Editoriale La Scienza), Mare giallo di Patrizia Rinaldi (Sinnos edizioni), Quasi ninna quasi nanna di Mariana Chiesa (Orecchio Acerbo edizioni).

La premiazione è stata inoltre l’occasione per presentare la pubblicazione, intitolata “Premio Pippi. Una storia al femminile”, curata dalla Coop. Culturale Giannino Stoppani che racconta la storia del Premio nato nel 1998. Per tutta la settimana, sarà poi possibile visitare la mostra bibliografia “9 volte Pippi” allestita negli spazi della Biblioteca comunale Cesare Pavese (Casa della Conoscenza – via Porrettana 360) dove sono esposte tutte le opere vincitrici del Premio.

 

 

Condividi

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *