SASSO MARCONI – Un’Altra Sasso: “E’ ora di eliminare lo spartitraffico di Borgonovo”

0
3

Non ci sono più solo gli autovelox a tener viva la discussione non solo politica, Un’Altra Sasso” riporta al centro dell’attenzione il famoso spartitraffico di Borgonuovo che fin dall’inizio suscitò commenti non tutti favorevoli. Ora la lista civica guidata da Gege Salamone (nella foto del 2014) riapre il problema con questo comunicato:

Lo dicemmo da subito: quello spartitraffico, installato in quel modo e soprattutto in quel tratto di strada, era pericoloso sia per gli automobilisti che per le moto. Ma avremmo di gran lunga preferito aver torto, piuttosto che assistere all’incidente accorso in quel tratto lo scorso giorno.Quello spartitraffico, la ciclabile, gli autovelox, ecc., non sono altro che la dimostrazione più evidente della totale assenza di progettualità e di lungimiranza che l’attuale Amministrazione ha rispetto alla nostra viabilità. Si va avanti a spot, ma manca un progetto e un’idea vera di quello che si sta facendo e di quello che dovrà essere il paese fra dieci/vent’anni.La scelta dello spartitraffico è stata una (folle) scelta puramente politica, gli uffici si sono dovuti adeguare, ricevendo un progetto da un privato (e già qui ci sarebbe da aprire un lungo dibattito circa l’opportunità o meno di una simile azione da parte dell’Amministrazione) e in fase progettuale hanno anzi apportato, per quanto fosse loro possibile, alcune “migliorie” (certi spazi, le luci da albero di Natale, ecc.).
Quell’opera è una vera vergogna sotto tutti i punti di vista perchè, fra le altre cose, ha visto cittadini di “serie a” (che non hanno ovviamente alcuna colpa) ottenere quanto richiesto e cittadini di “serie b” (come quelli della Jara) ottenere un semplice ampliamento della carreggiata.
Una follia da un punto di vista della viabilità, a detta di professionisti che abbiamo interpellato molto pericoloso costruito in quel modo e in quel tratto e che ora comunque, con la scelta di mettere velox ogni 50 metri, pare davvero superato, a dimostrazione palese del fatto che non c’è alcuna progettualità o lungimiranza politica per il futuro del paese.Preso atto di quanto successo chiediamo comunque che, al posto di spendere ulteriori denari per la sistemazione dello spartitraffico, si spenda quanto necessario per la sua eliminazione.

Eugenio Salamone – Capogruppo Consiliare UN’ALTRA SASSO, Lista Civica di Sasso Marconi

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here