UNONE DEI COMUNI: Porretta e Granaglione avanti per la fusione. Lizzano sceglie il gruppo a 5 dell’Alto Reno

0
290

NESTI sindaco Porretta

Ma Gaggio e Castel di Casio stanno coi 13. Sarà battaglia di carte bollate?

di Mario Becca

Tutte d’accordo le forze politiche porrettane per una fusione (attenzione: non unione !!) Porretta-Granaglione. Dopo il recente incontro tra Gherardo Nesti, sindaco della cittadina termale, e Giuseppe Nanni, primo cittadino confinante, anche Maria Marta Carboni, principale esponente dell’opposizione, si è dichiarata favorevole a questa decisione.
Trattandosi, ripeto, di fusione bisognerà dare un nome al nuovo territorio. Nascerà così  Porreglione o Granaglietta? No, non scherziamo. E’ una faccenda molto seria.
I due sindaci molto decisi vanno avanti e riteniamo siano seguiti da buona parte della popolazione, che però dovrà essere interpellata da un referendum che ovviamente dovrà essere indetto nelle due comunità.
La logica ci fa supporre che la maggioranza sarà favorevole a questo “matrimonio” e  prevarrà la scelta di lasciare il nome di Porretta per il nuovo territorio che ingloberà Ponte della Venturina e Molino del Pallone, dove è attualmente la sede del Comune, arrivando così al confine con la Toscana.

Ma la diatriba non finirà certamente qui. La Regione tramite la sua Vice Presidente, Simonetta Saliera, ha già manifestato le proprie  intenzioni : Unione a 13 dei Comuni dell’Appennino con  permesso di costituire dei Sottoambiti. Ed allora scatterà la già ventilata disobbedienza civile e quindi si passerà ad uno scontro di carte bollate, chiamate in causa del TAR, del Presidente della Regione, ecc… Nostra opinione è che il destino sia segnato, ovvero anche questi due Enti Locali “riottosi” dovranno assoggettarsi e unirsi a questa nuova Comunità Montana.

ALESSANDRO AGOSTINI sind Lizzano

LIZZANO HA VOTATO – E i Comuni vicini ? Come abbiamo già riportato su queste colonne Gaggio Montano e Castel di Casio per bocca dei loro Sindaci hanno già ufficializzato la loro adesione al progetto dei 13 Comuni. Lizzano ha dato l’impressione di essere un po’ incerto, tanto che all’Assemblea di Vergato il Sindaco Agostini non si è  pronunciato, ma infine ieri sera si è riunito il Consiglio Comunale che ha votato per l’adesione al progetto dei 5 Comuni dell’Alto Reno.

“Sì, abbiamo confermato quello che avevamo deciso già più di un anno fa – ci ha dichiarato l’assessore Paolo TaglioliIl Sindaco è stato molto corretto ad aspettare il nostro voto. Siamo stati coerenti con quello dato in precedenza”.

L’Unione a 5 sembra non difficile ma impossibile perché Gaggio e Castel di Casio hanno aderito ufficialmente al progetto a 13, quindi voi vi siete dichiarati disposti in subordine ad entrare nel nuovo gruppo a 3 con Porretta e Granaglione ?

“No, noi non abbiamo votato nessun subordine e nessuna alternativa. Siamo stati molto chiari: noi abbiamo deciso di volere l’Unione dei Comuni dell’Altro Reno e stop”.

Nelle foto di Mario Becca, i sindaci Nesti di Porretta (in alto) e Agostini di Lizzano (sotto)

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here