ALTO RENO TERME: I primi 100 giorni di Giuseppe Nanni, “sindaco del fare”

0
438

altorenosindacox

A breve un documento che porterà a conoscenza dei cittadini quanto è stato fatto in questo arco di tempo.

Articolo e foto di Pasqualina Tedesco

E’ passato oltre un anno da quando dalle urne dell’11 ottobre 2015  uscì un SI’ schiacciante dei cittadini che decise la fusione dei due comuni Granaglione e Porretta Terme. Un lungo percorso tentato per tanto tempo, da secoli. E quindi questa svolta epocale per un territorio così difficile e altrettanto accattivante geograficamente, come pochi altri sul territorio nazionale, ha visto la vittoria di Giuseppe Nanni, da oltre trent’anni sulla scena politica, capace con la sua caparbietà e determinazione di dare quell’identità alla montagna che sicuramente senza le sue lotte non avrebbe avuto.

E’ così nata una realtà nuova per i cittadini che si sono dovuti adattare al nome del nuovo comune: ALTO RENO TERME , con un po’ di nostalgia ma non abbandonando completamente quelli originari, quelli che ricordano i luoghi  dove si è nati, cresciuti, dove c’erano le tante piccole botteghe e dove si conosceva ogni casa e ogni angolo di strada.  L’adattamento del cittadino a questa nuova realtà è stato motivato soprattutto da una grande fiducia in Giuseppe Nanni, che, nonostante abbia preso un’ eredità non proprio rosea dell’ex comune di Porretta Terme, e che tutti conosciamo, ha deciso di comunicare ai suoi cittadini l’operato dei primi cento giorni di governo. A breve sarà infatti pubblicato tale documento redatto unitamente alla sua Giunta, nel quale vengono illustrati alcuni punti salienti dell’operato dell’amministrazione da lui guidata. Operato con il principale obiettivo del “fare“ e non del “chiacchierare” o del “perder tempo”, e purtroppo non privo di contrapposizioni e ostruzionismo.

reno1

Giuseppe Nanni i suoi primi cento giorni di governo li ha spesi lavorando alle priorità che si era prefissato con il grande “PROGETTO ALTO RENO”: servizi sanitari, turismo, scuola, cultura, rilancio e valorizzazione del territorio. Il primo Sindaco del nuovo Comune di Alto Reno Terme ha lavorato e sta lavorando a queste e a tante altre iniziative e progetti con discrezione e senza tanto rumore, come la sete di notizie dell’epoca moderna vorrebbe.

E se l’intenso lavoro e la discrezione sono interpretati a volte  come non trasparenza, non è il caso del Sindaco Giuseppe Nanni che ci dichiara:

“In questo primo documento ufficiale d’informazione dei “CENTO GIORNI”, porteremo a conoscenza dei  cittadini l’impegno e tutte le risorse messe in campo per ottenere i migliori risultati che, senza l’amore e la passione per la propria terra, pur sforzandosi, risulterebbero vani. Dobbiamo lavorare tanto per raggiungere gli obiettivi prefissati e per non deludere le loro attese e ai quali sarà data una corretta e puntuale informazione”.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here