ALTO RENO TERME: In montagna la neve non si concede sosta

0
1718

La chiesa di S. Niccolò di Granaglione

Le previsioni metereologiche non sono delle più rosee. Continuerà a nevicare come ora e come nei giorni scorsi anche in questo week-end e nella prossima settimana si registreranno temperature polari.

Anche se la montagna dell’Appennino regala con la neve incantevoli immagini, sicuramente porterà qualche disagio di viabilità se dovesse continuare a nevicare tutta la notte, soprattutto nelle borgate granaglionesi più alte, dove la neve ha superato abbondantemente i 50 cm.

L’allerta comunque è ufficiale e ancora attiva in tutto il territorio, tanto che il Sindaco Giuseppe Nanni con l’ordinanza n. 14 ha sospeso nella giornata di sabato 24 il consueto mercato.

La Fonte del Cinque di Granaglione

La Città Metropolitana di Bologna ha messo a disposizione 85 mezzi per la montagna metropolitana sui 124 a disposizione. Il comune di Alto Reno Terme  ha 15 di spalaneve disponibili, due turbine per i marciapiedi e due piccole  e gli uomini messi in campo, coordinati dall’Assessore ai LL.PP. Marcello Labanti, lavorano senza sosta per rendere accessibili e sgombre le strade principali.

Era da anni che non nevicava così. Le ultime nevicate importanti sono state nel 2009 e nel 2012. Se si pensa a tutti i mesi di siccità dell’estate 2017, nonostante l’Appennino fosse ricco di sorgenti, le nevicate in questo periodo dell’anno sono molto attese per le risorse idriche di cui beneficerà l’agricoltura durante la stagione estiva.

E mentre i “poveri mortali” si accontentano di qualche scatto, gli sciatori felici non rinunciano a godersi il fantastico Corno alle Scale, la verde abetaia innevata dell’Abetone e l’affascinante piramide del Monte Cimone, da dove si vedono il mare Tirreno e Adriatico così lontani.

Ma per il mare c’è tempo!

Foto di Pasqualina Tedesco

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here