ALTO RENO : “Days of Glory”

0
466

L’ EVENTO:

l’evento di domenica si basa sull’iniziativa principale della Parata con gli Sci dei maestri di sci del Corno alle Scale che durante la discesa sventoleranno le bandiere delle nazioni coinvolte nei combattimenti commemorati.

Alla fine della parata saranno lette due Dichiarazioni molto toccanti dei figli di 2 soldati, un americano ed un brasiliano, che combatterono e sopravvissero alla guerra sul nostro Appennino: Val Rios, figlio di Cruz Rios della 10th Mountain Division Americana e Mario Pereira, figlio di Miguel Pereira della FEB brasiliana. Ci saranno inoltre gli interventi del presidente dell’ANPI Antonio Baruffi e dei rappresentanti del comune di Lizzano in Belvedere e Alto Reno Terme.

DETTAGLI STORICI:

in specifico, gli eventi determinanti dello sfondamento delle linee Tedesche furono i primi giorni dell’Operazione “Encore” che videro nella notte del 18 febbraio l’attacco ai Monti della Riva (Riva Ridge) e subito dopo il 20 febbraio la conquista di Monte Belvedere da parte degli Americani e il 21 febbraio la conquista di Monte Castello da parte dei Brasiliani. Tali battaglie furono il colpo decisivo da parte degli alleati contro il fronte Germanico in Italia, che crollò proprio sul nostro Appennino Tosco Emiliano e che dopo pochi mesi portò alla fine della guerra in Italia.

PROGRAMMA EVENTO “DAYS OF GLORY 2020”:

  • Ore 10.30: ritrovo organizzativo presso la Polla (di fronte al Ristorante Baita del Sole), presentazione evento al pubblico e canti alpini del Coro di Monte Pizzo.
  • Ore 11.00: parata sugli sci con le bandiere delle nazioni coinvolte. Apriranno la parata i maestri di sci delle Scuole del Corno alle Scale con a seguito un gruppo di bambini e in coda gli adulti che vorranno unirsi alla parata.
  • All’arrivo della parata sugli sci presso la Polla di fronte al Ristorante Baita del Sole, ci saranno alcuni brevi interventi dei rappresentanti dei protagonisti degli eventi storici commemorati e delle istituzioni coinvolte.
  • I canti alpini del Coro di Monte Pizzo chiuderanno l’evento.

ESTRATTO DELLA DICHIARAZIONE DI VAL RIOS (10Th Mountain Division USA)

“Nel 1994 mio padre Cruz Rios (87 ° reggimento, compagnia K, 10th Mountain Division) tornò in Italia per la prima volta dalla fine della guerra. Lui e mia madre facevano parte del viaggio “Return to Italy”, sponsorizzato dalla 10th Mountain Division Association. Sei autobus carichi di veterani della 10th e le loro mogli hanno rivisitato i luoghi in cui i soldati hanno combattuto, qui, nelle montagne dell’Appennino. Alla fine del viaggio sono andato a prendere mia madre e mio padre all’aeroporto di Los Angeles e in 4 ore, li ho riportati a casa a Fresno. Per gran parte del viaggio verso casa, mio padre era in lacrime, ricordando i suoni della guerra e le visioni dei compagni caduti, in particolare il suo amico di buca, Fred Palmer. Sì, la guerra gli aveva lasciato un impatto devastante e in quel viaggio, riemersero molti degli incubi che aveva vissuto nel 1945.”

ESTRATTO DELLA DICHIARAZIONE DI MARIO PEREIRA (FEB brasiliana)

“La storia è maestra, ma la storia dovrebbe essere praticata ogni giorno, ricordando ogni giorno che i nostri antenati lottarono contro un modello di società che si era instaurata dall’avvento di ideologie contorte e atte a prevaricare i popoli e sfruttare le masse a favore di pochi. In quei tragici momenti, tra i più bui della storia umana, anche un paese lontano e neutrale come il Brasile si organizzò a furor di popolo e contro il volere del presidente che vedeva di buon occhio le grandi dittature che dominavano le nazioni del continente europeo. La Forza Expedizionaria Brasiliana venne in Italia e lottò su queste montagne non belle come oggi, ma devastate dalla guerra, insieme al nostro popolo, ai nostri padri, nonni, bisnonni e portando oltre all’aiuto militare, una ventata di speranza e di ottimismo, dando il proprio contributo al ritorno della pace e della democrazia, non solo nel nostro paese in Italia, ma anche nel mondo intero.”

 

In home page foto ilmessaggero.it

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here