ALTO RENO TERME: Habemus Patronam

Manva ancora un ultimo passo ma si può essere fiduciosi che verrà fatto a breve

1
325

 

Il comunicato ufficiale dell’ Assemblea Generale della Cei tenutasi nei giorni scorsi:

 

74ª Assemblea Generale della CEI (Roma, 24-27 maggio 2021)

Redazione ASI – Pubblicato: 27 Maggio 2021

 La preghiera, presieduta da Papa Francesco, e il Suo dialogo con i Vescovi hanno aperto la 74ª Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana, che si è svolta all’Ergife Palace Hotel di Roma dal 24 al 27 maggio 2021, sotto la guida del Cardinale Presidente, Gualtiero Bassetti.

Santi Patroni. L’Assemblea Generale ha approvato la costituzione di alcuni Santi Patroni: san Martino di Tours patrono del Volontariato in Italia; san Giuseppe Moscati patrono dei medici, infermieri e soccorritori del Sistema dell’Emergenza Territoriale 118 italiano, della Medicina e Chirurgia di Emergenza nazionale; san Giovanni Bosco patrono degli Ispettori del Lavoro; la Beata Vergine delle Grazie dal Ponte di Porretta Terme patrona della Pallacanestro italiana. Dovrà ora seguire la conferma della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

W LA PATRONA DEL BASKET !!!!

Locandina del Basket Day

 

Per  considerare  definitivamente concluso l’iter canonico è necessario che la Congregazione per il culto divino e per la Disciplina dei Sacramenti proceda a una conferma della decisione assunta dalla CEI, ma, quanto pare, si tratta di un passaggio formale che dovrebbe essere espletato senza particolari difficoltà.

La suindicata Congregazione è un dicastero della Curia romana,vale a dire una sorta di entità ministeriale del Vaticano, che si occupa nello specifico di ogni profilo attinente alla liturgia e alla disciplina dei sacramenti.

A questo punto non si può far altro che attendere fiduciosi che venga composto l’ultimo tassello di un cammino non agevole ma sicuramente foriero di grandi opportunità per tutto il territorio dell’ Alta Val del Reno.

M. B.

Foto Giovanni Modesti

 

 

 

 

SHARE

Un commento

  1. Come tutti, o quasi, i luoghi di culto, sono scrigni di opere d’arte. In particolare, detto edificio contiene opere pittoriche di un grande artista bolognese dell’800, Alessandro Guardassoni. Due anni or sono furono organizzate due mostre a Bologna dedicate a questo pittore. Dispiace che in Appennino non si sia colto l’opportunità di aggregarsi a tali commemorazioni artistiche portando a supporto anche lavori di grafica e pubblicitari delle Terme in tempi passati, opere create da insigni artisti. Ho l’impressione che in Appennino si collezionino troppe occasioni perse.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here