BOLOGNA: Gli appuntamenti di “Porcelli d’Autore”

0
2079

Foto da “Ippoasi”

Presentiamo tre incontri curati da SlowFood, partner importante dell’evento

Cultura e degustazione

Lo spuntino elegante – La mortadella: storia, tradizioni, ricette del salume tipico di Bologna

Sabato 14 aprile ore 12.00 – spazio SlowFood

 

L’origine della mortadella risale al medioevo, ma la prima ricetta rimasta vanta un testimone illustre: Cristoforo di Messisbugo, nel 1557 nel suo Libro novoracconta le fasi di lavorazione della mortadella e ne elenca gli ingredienti.
Era un insaccato di lusso che nel Seicento costava nove volte più del pane, tre volte e mezzo più del prosciutto, due volte e mezzo più dell’olio.
Come il velo di seta, questo prodotto costoso qualificava la fama di Bologna nel mondo. La mortadella veniva prodotta dai salaroli, artigiani specializzati nella lavorazione e vendita di carni porcine salate. Nel corso dei secoli le nuove dinamiche industriali impongono anche a questo prodotto la meccanizzazione della lavorazione; in particolare l’impacchettamento e la conservazione in scatole di latta permettono l’esportazione sul mercato internazionale, rendendo la mortadella un prodotto ampiamente popolare, ancora oggi conosciuto in molte parti del mondo con il semplice nome di Bologna.

 

Il giro d’Italia dei salami a cura di Mirco Marconi docente di Scienze Gastronomiche

Sabato 14 aprile ore 18.00 – spazio SlowFood

Il salame, più di ogni altro salume, unisce la penisola ma ne rappresenta esemplarmente la diversità. Ogni regione ha i suoi salami, con differenze tra una città e l’altra, anche minime se si vuole, ma legate alle tradizioni locali e al “campanile”. Le differenze più grandi si evidenziano lungo l’asse nord -sud, dove il saleme cambia di forma, dimensioni, insaccatura e spezie, col gusto che passa dall’affumicato, al finochietto selvatico fino al peperoncino. ma anche lungo l’asse ovest-est ci sono variazioni, dal cotto al crudo, dal solo pepe alle altre spezie.

 


P(o)rco ma buono
 – Incontro di cultura gastronomica dedicato al maiale  a cura di Micaela Mazzoli e Matteo Monti, formatori Slow Food

Domenica 15 aprile ore 11.30 e 17.00 spazio SlowFood

Il maiale, la storia, l’allevamento, dalla vita alla lavorazione delle carni;  la filiera della produzione, le ricette tradizionali, come sono cambiati i consumi, l’analisi sensoriale comparativa per riconoscere le caratteristiche, il benessere animale per una migliore qualità del prodotto, del territorio e della salute.

Tre buoni motivi, tra i tanti, per non mancare a Porcelli d’Autore!

Porcelli d’Autore è organizzata dall’associazione Amici dal Ninen.

L’ingresso è gratuito e la manifestazione si svolgerà con qualsiasi tempo

 

In home page foto da “Il Fatto Quotidiano”

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here