CITTA’ METROPOLITANA – Bretella Reno-Setta, Evangelisti: “Il PD si sottrae al confronto. Hanno cambiato idea?”

0
366

Comunicato di Marta Evangelisti di Uniti per l’Alternativa:

“Nessuna discussione, in Città metropolitana, sulla attualizzazione dello studio di fattibilità della bretella Reno-Setta, opera di importanza strategica che sembra destinata a non vedere mai la luce. Nella seduta di mercoledì 6 febbraio, l’ordine del giorno a firma del consigliere di Uniti per l’Alternativa, Marta Evangelisti, non è stato nemmeno accettato come collegato al bilancio ed è stata rifiutata anche la proposta della stessa di presentare l’Odg in forma urgente.

Grande rammarico per Evangelisti. “Il 31 gennaio otto sindaci della Montagna hanno partecipato alla commissione III presieduta da Rontini convocata per il PRIT 2025 che è in corso di adozione. In quella commissione hanno avanzato due proposte: una delle quali verteva proprio sull’attualizzazione dello studio di fattibilità  relativo alla bretella autostradale Reno-Setta. Non si capisce per quale motivo non sia stato accettato il mio Odg come collegato al bilancio, trattandosi di una infrastruttura viaria di competenza della Città metropolitana e si trattava di impegnare il Sindaco a reperire una risorsa, esattamente come ha fatto il PD nella seduta precedente, in fase di adozione, riguardo la viabilità di alcune aree”.

“Allora ho chiesto di presentare l’Odg in forma urgente in seno al Consiglio: motivando l’urgenza con il fatto che ben otto Sindaci della Montagna avevano fatto tale richiesta alla Regione, in seno ad una udienza che rispettava il cronoprogramma fissato dalla RER. Il Consiglio metropolitano ha espresso parere negativo sull’urgenza, a mezzo del capogruppo PD Persiano, il quale ha motivato dicendo che era necessario un approfondimento in commissione”. 

“Ma cosa c’è ancora da approfondire? – si chiede Evangelisti -. La bretella serve, è un’opera fondamentale, il territorio ne ha bisogno. La Città metropolitana contraddice se stessa perché l’aveva inserita nelle linee programmatiche 2016-2021 su mia richiesta. Se la Città metropolitana ci ha ripensato lo dica chiaramente senza prendere in giro i 13.000 mila cittadini che hanno firmato la petizione consegnata a Merola. Se pensa di poter prendere in giro i Cittadini della Montagna e i loro amministratori, si sbaglia di grosso.  Se invece queste sono le tempistiche del PD, beh allora si capiscono tante cose….. non sono bastati tre anni per pensare? Forse in 3 anni la Città metropolitana avrebbe già dovuto trovare i finanziamenti per attualizzare quello studio oppure dire semplicemente “ho cambiato idea” come ormai è abituato a fare il PD in questa Regione. Comunque ripresenterò in commissione l’Odg anche in forma ordinaria”.

Sulla questione il deputato di Forza Italia, Galeazzo Bignami, annuncia una interrogazione al Governo per chiedere che il progetto della bretella Reno-Setta venga ripreso, attualizzato e finanziato in considerazione dell’alta valenza strategica dell’opera.

Marta Evangelisti
Uniti per l’Alternativa
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here