SICCITA’: Accusa e appello alla Bonifica Renana

0
344

 

Quanto sia grave per l’agricoltura  il problema della siccità in questo inizio di primavera è cosa nota ed è rimarcata su tutti i quotidiani. In particolare allarme sono gli ortocolturi che hanno il tempo contato per le loro semine e rischiano di veder annullato tutto il loro lavoro ( e i soldi spesi) . Il problema però non è dato solo da Giove Pluvio che si è fatto vedere poche volte durante questo strano inverno, ma anche da fattori umani.

Gli agricoltori che hanno terreni nella zona Cadriano – Caserma VVFF – Via S. Maria si lamentano nei confronti della Bonifica Renana per un mancato  intervento.  E’ successo che gli operatori di una ditta incaricata di mettere in zona la fibra ottica lo scorso 7 marzo abbiano rotto un tubo di un acquedotto necessario per l’irrigazione. E’ scattato l’allarme fra gli ortocultori che dovrebbero avere l’acqua dal 1 aprile. Si sono rivolti all’addetto al controllo dei tubi e agli uffici della Bonifica Renana, hanno capito che c’è il solito rimpallo delle responsabilità e alla fine hanno avuto come risposta: “Siamo in attesa di capire a chi tocca pagare fra la Ditta che ha fatto i lavori sbagliati e l’Assicurazione.”

Il commento di chi ha lavorato al terra e speso per semina e lavori è molto preciso: ”C’è un contratto in atto e quindi avrebbero dovuto fare subito il lavoro per sistemare il tubo e dopo verificare a chi sarebbe toccato il pagamento. Secondo un’ultima risposta dovremmo aspettare fin verso il 20 aprile. Per noi rischia di essere troppo tardi se nel frattempo non arriva una bella pioggia. Si parla anche di possibili rimborsi, ma sarà una ricompensa ipotetica, non corrispondente al vero danno. A nostro avviso qui c’è un’interruzione di pubblico servizio.

I toni sono amareggiati e scossano la testa. “ Hanno tanto materiale in magazzino e quindi non capisco perché non hanno utilizzato subito quello per rimediare al danno. Si sono offerti anche di portare botti di acqua. Ma quello va bene per chi ha i maceri, e gli altri ? Per chi ha seminato mais, patate, bietole e ha un orto il problema è veramente grosso. Speriamo che cambino idea e intervengano subito.”

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here