S.LAZZARO DI SAVENA: Attivata dai Carabinieri una postazione per processi a distanza

0
265

La Compagnia Carabinieri di San Lazzaro di Savena (BO) ha attivato una postazione per i processi a distanza. Le parti coinvolte comunicano in videoconferenza con il Tribunale di Bologna, evitando gli spostamenti fisici col rischio di affollare le aule giudiziarie. La nuova procedura è stata testata questa mattina dai Carabinieri della Stazione di Monghidoro (BO) che hanno arrestato un 47enne albanese, residente a Bologna, per minaccia, violazione di domicilio e inosservanza dei provvedimenti.

E’ successo ieri sera, quando il 47enne è stato sorpreso dai Carabinieri mentre stava dormendo a casa di un anziano di Monghidoro (BO) che aveva conosciuto qualche tempo fa per questioni di lavoro. Nonostante il rifiuto categorico dell’anziano, l’albanese, non sapendo dove trascorrere l’emergenza da COVID-19 perché recentemente destinatario di allontanamento da una casa popolare di Bologna, ha forzato la mano, minacciando il suo conoscente e intrufolandosi illegalmente in casa sua. Temendo per la propria incolumità, l’anziano ha chiamato i Carabinieri.

All’arrivo dei militari, il 47enne stava dormendo così serenamente nel letto dell’anziano che, quando è stato svegliato e messo a conoscenza della situazione, è andato su tutte le furie, non tanto per i reati che gli venivano contestati, ma perché voleva continuare a dormire.

In sede di rito direttissimo a distanza, l’arresto è stato convalidato e in attesa della sentenza posticipata per la richiesta dei termini a difesa, il 47enne è stato sottoposto a un divieto di dimora nel Comune di Monghidoro (BO) e all’obbligo di permanenza presso l’abitazione di un suo fratello residente in Provincia di Bologna.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here