CASTEL MAGGIORE – Il bilancio 2021: scelte ed obiettivi per la nostra città, evento in diretta streaming

Anche la Sottosegretaria al lavoro e politiche sociali, Francesca Puglisi, alla presentazione in diretta sulla pagina FB e sul canale Youtube del Comune di Castel Maggiore,

0
190

Come funziona un bilancio comunale? Quali sono i principali obiettivi ed investimenti previsti nel bilancio di previsione 2021 della città di Castel Maggiore?
Quali azioni del governo a sostegno delle nostre comunità sono previste nella legge finanziaria?
Questi saranno i temi trattati con:
Belinda Gottardi, Sindaca di Castel Maggiore

Francesca Puglisi, Sottosegretaria al Ministero del lavoro e politiche sociali;
Silvana Secinaro, Professore associato di economia aziendale Università degli studi di Torino;
Matteo Cavalieri, Assessore al bilancio di Castel Maggiore.
Il Bilancio di previsione 2021 è stato approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 23 dicembre scorso.
I punti salienti: imposte e tariffe ferme, niente debiti, forti investimenti
Un bilancio definito “sano”: zero debiti per il 5° anno consecutivo, tasse stabili per il 6° anno consecutivo, imposte e tariffe ferme.
Aumentano gli impegni e gli investimenti per Istruzione e diritto allo studio (+15%), per la tutela del territorio e l’ambiente (+10%), per le attività culturali (+4%).
I principali investimenti finanziati: 2.075.000 euro per la nuova scuola elementare, 1.665.000 per manutenzione strade e piazze, 800.000 per l’allargamento via Bondanello con ciclabile, 235.000 per la manutenzione straordinaria impianti sportivi.
Sul fronte del sostegno alle imprese, anche nel 2021, per il 6° anno consecutivo, imposte ferme (IMU, Canone Unico), riduzione contributo di costruzione per ristrutturazione patrimonio edilizio fino al 31/5. Inoltre lo spazio pubblico è gratis: Anche nel 2021 esenzione Cosap per somministrazione e commercio e per attività sportive, ricreative e culturali.
Il sostegno alle famiglie prevede anche nel 2021 tariffe servizi socio-scolastici ferme, addizionale Irpef ferma (dal 2012), agevolazioni per le fasce più deboli.
Da ricordare anche l’operazione “Bilancio POP” in collaborazione con l’Università di Torino: la conoscenza è democrazia, il fascicolo esplicativo del bilancio comunale è stato distribuito a tutti: chiaro, immediato, trasparente.
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here