BOLOGNA: Un medico chiede aiuto, intervengono Carabinieri e Polizia Locale con lo spray al peperoncino

0
234

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna hanno arrestato un 29enne bolognese per resistenza a un pubblico ufficiale e tentate lesione aggravate.

E’ successo alle ore 18:30 di ieri, quando la Centrale Operativa Carabinieri di Bologna ha ricevuto la richiesta di aiuto di un Medico del AUSL – Centro Salute Mentale di Budrio (BO) e di quattro Agenti della Polizia Locale di Bologna che durante l’esecuzione di un accertamento sanitario obbligatorio a firma del Sindaco nei confronti di un giovane, questi li aveva minacciati con un coltello da caccia a lama fissa. Appresa la notizia, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna si sono recati immediatamente sul posto e al loro arrivo sono stati messi a conoscenza della pericolosità del giovane che già in passato aveva minacciato un Sindaco del bolognese.

Nonostante la lunga mediazione per tentare di risolvere pacificamente la situazione e riportare il giovane alla ragione, il 29enne non ha desistito dal suo atteggiamento estremamente pericoloso e ha tentato di accoltellare i presenti. In particolare ha inferto diversi fendenti sia ai Carabinieri sia al personale della Polizia Locale, non riuscendo a provocare lesioni grazie all’utilizzo dei giubbotti anti proiettile e degli scudi balistici.

La situazione è stata risolta grazie all’uso degli spray oleoresina capsicum (spray al peperoncino) e alla conseguente operazione di bloccaggio e di disarmo del giovane. Infine è stato arrestato e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, in attesa dell’udienza di convalida che si terrà questa mattina.

 

Foto CC Bologna – NRM CC Bologna.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here