Metalcastello docet: si può, anzi si deve

0
483

scutigliani

 

C’è dunque una strada per uscire da una crisi che all’inizio ci illudemmo che avesse tempi brevi ed invece ancora adesso ci condiziona pesantemente. L’ha indicata Stefano Scutigliani, Marketing Director della Metalcastello , nel corso del convegno che ha organizzato nella sala riunioni della propria azienda: collaborazione stretta nel territorio tra Scuola, Istituzioni e Imprenditori.

Abbiamo sentito tante volte da operatori del turismo la solita frase: “fare rete”, ma il suggerimento sottolineato da Scutigliani viene da un dirigente che ha dimostrato in concreto come si possa passare in poco più di due anni da uno stato d’impasse ad uno di piena attività con risultati eccezionali (1,5 milioni di euro di utile).

logo-metcas

Una frase ha colpito in particolare i presenti:” Da oltre oceano all’Alta valle del Reno”. E cioè la perizia tecnica di un’Azienda in comune di Castel di Casio ha attirato clienti dall’altro emisfero. E dunque ecco dimostrato la bontà del tema centrale del convegno:”Superare la crisi con le eccellenze”. Ma perché questo succeda non casualmente ed anzi si ripeta e si affermi nel prossimo futuro occorre assolutamente una sinergia che comprenda la Scuola per la necessaria impostazione, le Istituzioni affinchè affianchino e non ostacolino le iniziative  ed infine gli Imprenditori del territorio perché sappiano dare impulso a questo settore.

I presenti (i sindaci Mauro Brunetti, Elena Torri, Alfredo Del Moro, M. Elisabetta Tanari, Elena Gaggioli,  vice sindaco di Alto Reno Terme, e gli assessori Enrico Della Torre e Patrizia Ornelli) nei loro singoli interventi hanno portato il loro contributo di idee che non potevano non essere sulla stessa linea ricordando fra l’altro le recenti giornate di studio dell’Ist. Montessori – Da Vinci e i contatti con le Facoltà Scientifiche dell’Università di Bologna.

metalctx

E dunque la strada è stata non solo indicata teoricamente ma tracciata nella nostra difficile realtà. Non rimane che seguirla. Il compito spetta a tutti, ma direi che i primi cittadini dell’Alto Reno abbiano le maggiori possibilità, e quindi responsabilità, per rilanciare un settore fondamentale del territorio che può portare non solo lavoro ma quella tanto sospirata ripresa di tutta questa zona che aveva visto il fiorire e poi progressivamente lo spegnersi di tante attività meccaniche anche di eccellenza.

 

 

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here