Furti, rapine….

0
305

Scrivo questa alla luce del tentato furto ad Arezzo con la morte di uno dei delinquenti colpito da due proiettili sparati dal proprietario obbligato da tempo dormire all’interno del suo stabilimento. Perché il proprietario deve dormine nella fabbrica ? Per la semplice ragione che è stato vittima, ultimamente, di 38 (trentotto) fra furti e tentati furti. Detto proprietario è adesso indagato per eccesso di legittima difesa. Lo aspetta un lungo, e costoso, iter giudiziario . Comunque vada sarà bastonato nell’aspetto economico, avvocati e tribunali vanno pagati. Solo ladri e rapinatori non hanno detto problema, spesso vengono messi in libertà in quattro e quattro otto. Adesso, da appassionato di numeri faccio una domanda alla Magistratura: “Degli artefici di quei 38 reati, almeno 76 personaggi, quanti sono nelle patrie galere? ” Tiro ad indovinare : 0 (zero ) . Un altro aspetto è quello della qualità di vita di un lavoratore obbligato a stare lontano dalla famiglia o dai suoi interessi per passare le nottate in azienda e con, in aggiunta, il rischio di trovarsi dinnanzi a rapinatori armati sino ai denti anche con mitragliatrici. Tutto questo alla Giustizia non conta nulla. E poi ci si chiede perché un certo movimento politico ottiene, su questo argomento, un consenso plebiscitario ? Non sarebbe il caso che all’interno del mondo Giudiziario si inizi una seria analisi dei vari aspetti legati alla legittima difesa. Tra l’altro, un reato che vedo sempre svanire, è quello sulla violazione di domicilio. Se ne evince che NON siamo eredi del diritto latino, ma del celebre Giudice Briglialoca del Gargantua e Pantagruel di Rabelais. Questo giudice emetteva le sue sentenze dopo tempi infiniti e tirando con i dadi. Le sentenze erano emesse a seconda dei numeri dei dadi. Di certo ai tempi di un iter giudiziario in Italia si può benissimo attribuire il termine di “Tempi Biblici”. Se ci aggiungiamo l’incertezza della pena per conclamati delinquenti, vedi Igor il Russo, e non è il solo, la sfiducia dei cittadini nel nostro mondo Giudiziario continua a crescere. Non è un bel sintomo.

Ettore Scagliarini

 

In home page refurtiva trovata dai Carabinieri della Stazione di Castel S.Pietro

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here