Corsi e ricorsi storici

0
355

Moni Ovadia – foto caltanissettagds.it
Per chi alle superiori avesse studiato filosofia, ricordo qui quanto scrisse G.B. Vico su corsi e ricorsi storici. La storia, scrisse il grande filosofo, si ripete, non in maniera identica, ma simile e con aspetti che possiamo definire analoghi anche se in contesti storici differenti. A mo’ di esempio riporto quanto scritto da Moni Ovadia nel suo libro “La bella utopia” a pg. 69 dove si tratta del periodo staliniano nell’URSS:
“Tre cittadini sovietici, un russo, un ucrainoe un ebreo parlano di felicità: Il russo :”La mia ricetta di felicità? Tanta vodka, un letto a disposizione, una bella Compagna con un petto come dico io, come un davanzale e due giorni e due notti di sesso sfrenato e alcol sino a sfinirsi. Poi lunedì mattina, ti svegli, ti presenti alla sconosciuta con cui hai passato il fine settimana e te ne vai al lavoro soddisfatto”. L’ucraino:”Sì, questa è felicità ma non è la vera felicità: La vera felicità è quando insieme a queste cose c’è anche del buon pane contadino e delle belle fette di lardo”. L’ebreo è perplesso:”Qvesta è felicità? Mmhh…Felicità è altra cosa. Felicità è qvando in inverno moscovita al tre del notte vengono a bussarti colpi cattivi al porta e tu tremando con pigiama vai, apri il porta e ti trovi due agenti del KGB, con occhi crudeli e facce cattive, impermeabile nero e cappellaccio, che ti puntano il dito contro e dicono:” Abita qui citadino Rabinòvich?”. Grande felicità è quando tu puoi rispondere:” No…Al piano di sopra”.
A chi toccava vedere agenti con occhi crudeli e facce cattive? A chi non era allineato, non esprimeva lodi al sistema, era critico e credeva nella libertà di opinione e di pensiero. Per costoro si aprivano i cancelli del Gulag. In altra ideologia quelli dei Lager. Come erano definiti detti siti dai due sistemi ? Luoghi di rieducazione. A qualcuno potrebbe passare per la mente che anche in Italia si cerca di “educare” chi esprime opinioni in disaccordo con la Casta? Qualcuno appassionato di filosofia potrebbe pensare che i metodi, seguendo le idee di Vico, siano un po’ diversi, ma che il fine sia il medesimo: Educare il popolo!
Ettore Scagliarini
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here