C’è poco da ridere !

0
204

Un anno fa fui sbeffeggiato per aver scritto che se qualche danaroso investitore avesse speso soldi nell’attrezzare una collina a sud di Bologna, tipo Paderno o simile, quale area sciistica con ristorante, dancing ecc ecc, avrebbe dirottato una certa quantità di utilizzatori in detto luogo. Mi beccai anche delle offese e minacce. Andare a leggere l’articolo di oggi su La Repubblica nel comparto Viaggi in merito al termovalorizzatore di Copenhagen con tutti quei richiami di cui parlavo, dalla pista di sci, alla arrampicata, ai bar, ristoranti ecc ecc. . La pista da sci è fatta di un materiale plastico prodotto da una ditta…..italiana della prov. di Bergamo. In tutto questo vi è un substrato culturale ben evidenziato da un operatore nel comparto dello sci. Questa persona con notevole esperienza e competenza, asserì, alcuni mesi fa, che oggi la maggioranza delle persone non scia, scende. Fare attenzione allo spostamento del concetto di sciare a quello di scendere come evidenziato da Giorgio Gaidola su Montagne 360 del CAI. Ecco perché il richiamo di strutture atte a “scendere” sci ai piedi e con strutture di ritrovo incorporate! Come si può notare i flussi turistici si indirizzano ove la cultura di un certo periodo li convogliano, sia con gli sci ai piedi e sia solo pedibus calcantibus. In parole povere il 2020 non è più il 1950, anche se la cosa, a qualcuno, può dare fastidio. Anche il clima è cambiato, se ci si fa caso.
Ettore Scagliarini
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here