Coronavirus, calcio, funivie e altro

0
203

 

Da un lato fa piacere leggere che il Sindaco di Lizzano in Belvedere programmi a breve l’esecuzione del collegamento funiviario Corno-Doganaccia, ma dall’altro lato la cosa non mi piace troppo, specialmente in questi momenti. Andiamo per ordine. In un mese si sono forniti ai cittadini qualcosa come 5 mln di mascherine, così, a spanne, tra un 1/10 ed 1/12 delle necessità. Potenziarne la produzione no ? A titolo personale preferirei che, attualmente, i fondi funiviari venissero destinati a fornire mascherine ai cittadini italiani. Passata, sperando che passi in tempi brevi, cosa che dubito parecchio, l’emergenza, si rimetteranno i danari in opere del collegamento.

Perché sono un po’ scettico che la pandemia si risolva in breve tempo ? Da lettore di riviste internazionali di scienza specifico quanto ho letto e compreso su questa infezione. I corni del problema sono due : 1°capire come il virus abbia la chiave per entrare nelle cellule bypassando le difese immunitarie e poi utilizzando la cellula per riprodursi, farla morire e passare in decine o centinaia di repliche in altre cellule. Le ipotesi, ripeto, ipotesi sono varie, ma di certo non c’è molto. Ma ammesso che in poco tempo si riesca a capire quale sia la chiave del virus, necessita tempo sia per elaborare prodotti farmacologici in grado di spuntare detta chiave e di non danneggiare l’essere umano.

Quanto detto vale per le persone infettate. 2° Il vaccino. Questo vale per le persone NON infettate. Attualmente si parla di un periodo tra i due ed i tre anni per avere a disposizione questo strumento. Al giorno d’oggi, parlo solo dell’Italia, le attività produttive sono in ginocchio, la gente è barricata in casa, quelle più accorte, e di giorno in giorno si allunga il numero dei morti e dei contagiati.

A questo punto formulo un auspicio : i danari per qual si voglia attività ludica, collegamenti appenninici, partite di pallone, dancing ed altro, vengano convogliati a quei centri di ricerca per risolvere sempre più velocemente i due problemi. Usciti dall’incubo, riprese le attività produttive e ludiche, penseremo alla funivia con tranquillità.

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here