Le cifre del virus e le varie interpretazioni

0
242

Ieri mi sono letto lo stesso articolo, con qualche differenza, in due giornali : “Financial Times” inglese e “El Pais” spagnolo in merito all’impatto del coronavirus sulle popolazioni di vari paesi europei. In particolare viene analizzata la differenza tra i deceduti nei mesi di Marzo-Aprile e Maggio nel 2019 e quelli del 2020. L’aumento percentuale, di cui tratterò dopo, ha però alcuni inconvenienti ben evidenziati nell’articolo.

Il primo è dato dal crollo dei morti per incidenti stradali e di lavoro; il secondo dall’aumento di morti per mancata assistenza sanitaria causata dall’epidemia ed anche per il rifiuto di molte persone a farsi ricoverare in ospedali dove infieriva la pandemia. Sono questi dati di difficile esame.

Vi è da dire che, in alcuni casi, si ha il sospetto di manipolazione delle cifre da parte delle organizzazioni sanitarie o politiche. Comunque questi sono i dati : Spagna + 45% – G.B. + 40% – Belgio + 37% – Italia + 36% – Paesi Bassi + 30% – Svezia + 19% – Francia + 14% – Svizzera + 11% – Portogallo + 9% – Austria + 7% – Germania + 4% – Islanda + 4% – Danimarca + 1% – Norvegia – 1% (!) .

Due semplici osservazioni . La prima è il notevole divario tra la Svezia e gli altri paesi scandinavi. La ragione è da imputarsi alla decisione governative di non limitare gli assembramenti se non al di sopra di 50 persone e di non aver obbligato al rimanere in casa.

Le autorità svedesi hanno riconosciuto i loro errori. L’altra, ma ne ho già accennato in altro articolo, è il Portogallo con una quota di decessi inferiori a quelli di Svizzera ed altri paesi nord europei e di poco superiore a quelli austriaci. Col che si dimostra che facendo corpo unico contro l’epidemia da parte di tutte le forze politiche e senza perdersi in stupide diatribe pre elettorali di tipo partitico, i risultati si vedono anche in paesi di cultura “mediterranea”.

Dubito però che questo sia un insegnamento per la nostra oligarchia partitica.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here