Reddito e matematica

0
340

Partiamo da dati inconfutabili. Il Comune di Lizzano in Belvedere è quello con il minor reddito della Città Metropolitana. I suoi introiti legati al turismo sono € 43 giornalieri per i visitatori sciatori, quelli estivi apportano € 22 il giorno e coloro che praticano trekking € 13 . Il confronto con le aree alpine è impietoso, nei primi due comparti si hanno € 100 cad. giornalieri . Lasciando perdere il trekking, schifato da tutti i Belvederiani, vediamo di uscire da questo cul-de-sac grazie ad un intelligente uso della MATEMATICA.

Il Corno ha 5 impianti di risalita a seggiovia, quindi 5:42=X:100 . Questa semplicissima proporzione ci dice che per essere all’altezza delle zone alpine il Corno alle Scale DEVE avere 12 (dodici) impianti di risalita a seggiovia. A questo punto avremmo raggiunto i fatidici € 100 a testa nell’ambito spaziale, ovvero come impianti sul territorio. Rifacendoci al concetto einsteniano di spazio e tempo, resta da risolvere l’altro corno : IL TEMPO . Quanti giorni funzionano gli impianti di risalita per gli sciatori nello spazio di un anno ? Diciamo che negli ultimi dieci anni abbiano funzionato per questo servizio circa 90 giorni. E qui la matematica ci viene in ausilio. Altra proporzione : 90:42=X:100 . Il risultato ci dice che per mettere con le spalle al muro le stazioni alpine dovremmo far sciare, e risalire, per 215 giorni l’anno. Ad un dipresso per 7 mesi e mezzo o quasi. Quindi abbiamo dinnanzi a noi un futuro che più roseo di così è inimmaginabile. La MATEMATICA ci dice che se vengono attivati 12 seggiovie e si consente di sciare per 7 mesi ½, il reddito globale del Comune di Lizzano in Belvedere risulterà il DOPPIO di qualunque località alpina ! Non solo, ma la ricaduta sociale sarà enorme ! Se in 7 mesi e ½ si avrà una simile entrata finanziaria, nulla vieterà agli operatori economici della zona: ristoratori, albergatori, bar, negozi e quant’altro, di chiudere le serrande e fare 4 mesi e mezzo di ferie ben pagate facendo marameo a escursionisti e vacanzieri estivi. Con lo sci ed una oculata impiantistica di risalita questa società Belvederiana si ritroverà in una nuova età d’ORO . Ricordiamoci che sull’aumento esponenziale degli impianti a fune sono già d’accordo : mondo politico, aziende degli impianti, amici dei loro amici, operatori con ruspe, escavatori e produttori di cemento armato. Quindi si tratta solo di prolungare la stagione sciistica di 4 mesi e mezzo e si è fatto Bingo ! Come vedete, una corretta estrapolazione matematica mostra in maniera inconfutabile la via da percorrere. 2+2=4 , come diceva il mio docente di fisica all’Università e 2+2=4 anche nello sci . Avanti a tutta forza !

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here