Protezione dell’ambiente

0
390

 

Si fa un gran parlare di ecologia, di rispetto dell’ambiente ecc ecc , diciamo che si fa un gran parlare, qui in Italia. Poi, andiamo a vedere. Discariche abusive di rifiuti anche pericolosi in ogni dove. Vi sono zone definite Terre dei Fuochi con enormi discariche in mano alla Delinquenza Organizzata SpA con incendi ed insorgenze tumorali superiori alla media nelle popolazioni. Chiunque può andare a far qualsiasi cosa, anche un simpatico pic nic in un bosco e lasciare lì tutte le stoviglie di plastica. I dintorni collinari di Bologna sono, in gran parte, zone carsiche nei gessi, ovvero vi sono inghiottitoi e grotte dove circolano torrenti. Ebbene ? Sono le zone dove vengono scaricate ogni tipo di immondizie, dai calcinacci al pietrame di lavori edilizi, pneumatici usurati, plastiche di ogni tipo e dimensione e di tutto un po’ compresa anche una cassaforte, vuota. E’ una delle più belle zone verdi d’Italia, anche sul piano storico. Periodicamente, il Gruppo Speleologico Bolognese, in collaborazione con l’Ente Parco, provvede ad una sua pulizia. Non vi dico le camionate di rifiuti che recuperiamo ! Onde evitare che sprovveduti o vandali vadano all’interno di certe grotte, sempre in collaborazione con l’Ente Parco, si è dovuto provvedere alla loro chiusura. Vi sono nazioni, in Europa, anche a noi vicine, che andare in determinate grotte senza un necessario patentino che certifica le capacità e le finalità di chi vuole entrare, senza di quello si compie un reato come quello di una violazione di domicilio. Altrimenti si è entrati abusivamente in un sito di proprietà PUBBLICA, ovvero in una abitazione comune senza autorizzazione. Se poi ci trasferiamo in quota verso le più alte cime dell’Appennino Bolognese, la musica non cambia. Ognuno ci mette del suo nel deturpare ed, in taluni casi, ad inquinare l’ambiente. Se poi questa violenza all’ambiente, finalizzata al far girar soldi, viene raccontata quale occasione per far soldi a palate, senza specificare bene chi farà soldi a palate, si trovano intere comunità liete e felici di devastare i luoghi ove abitano e che, pensiamoci bene, sono di “proprietà” dell’intero Paese se non dell’intera comunità mondiale. Ma tant’è, riversare rifiuti fa risparmiare soldi, fare opere inutili o dannose all’ambiente fa spendere molti danari pubblici.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here