Funghi e disgrazie

0
159

Siamo alle solite, arriva il tempo per andare a raccoglier funghi nei boschi ed in zone montane e collinari ed immediatamente si moltiplicano gli interventi del Corpo di Soccorso Alpino e Speleologico. Le ragioni sono molteplici, ma la principale è l’uso, da parte dei fungaioli, di calzature totalmente inadatte ad operare in zone acclivi, ovvero con pendenza. Qual’è questo tipo di calzature ? Sono gli stivali di gomma che, essendo estremamente flessibili impediscono di ancorarsi al terreno in pendenza con l’inevitabile risultato di una caduta che, talvolta, può portare a gravi conseguenze. Malgrado le costanti informazioni di questi incidenti, non vi è modo di convincere una buona parte di queste persone dedite alla raccolta funghi a cambiare tipo di calzature. Insomma è meglio rischiare di trovarsi in ospedale, se non peggio, che spendere alcune decine di € in scarpe adatte ad operare in detti ambienti. A mio avviso, sarebbe opportuno che, quando il Corpo di Soccorso si trovi ad assistere chi si è andato a cacciare nei guai per la propria imprevidenza, si faccia pagare le spese dell’intervento. Un conto è essere colpiti da un malore improvviso imprevedibile come è successo ad un mio caro amico fulminato, mentre passeggiava con amici lungo una strada forestale, da un ictus, un altro è girovagare lungo sentieri o tragitti per escursionisti esperti in ciabatte ed assimilati. Oppure fare escursioni su crinali appenninici a quote vicine ai 2.000 metri in pantaloncini corti, T shirt e scarpette da ginnastica senza zainetto e senza, quindi, indumenti da proteggersi per un brusco cambiamento meteo. Anche parecchi fungaioli amano andare alla ricerca dei loro amati porcini, gallinacci ecc vestiti ed attrezzati da escursione nelle Valli di Comacchio. Mi sembra, quindi, illogico che si mobilitino squadre di soccorso con volontari i quali, spesso, sono costretti ad operazioni anche rischiose, per l’assoluta mancanza del più elementare buon senso da parte di varie persone. Si dice che l’essere umano va toccato dal lato del cuore, dove sta il portafogli. Se si sparge la voce di un sostanzioso rimborso spese in caso di incidente provocato da totale imprudenza, penso che questo sia un argomento molto convincente al fine di recarsi in montagna o in luoghi con sensibile pendenza, equipaggiati a dovere .

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here