Biciclette a mano e contromano

0
223

Ho letto oggi in una locandina di un giornale locale che la Pubblica Amministrazione di Bologna farà un esperimento pilota in Via Frassinago: Una pista ciclabile contromano! Mi sembra la scoperta dell’acqua fresca! Dal momento che torme di ciclisti anche a bordo di sfasciati ravaldi circolano regolarmente contromano, istituzionalizzare questo andazzo ci riporta all’antica Roma. Avete presente i giochi circensi? Quelli nei quali il gladiatore vincitore, su autorizzazione delle plebi, ma principalmente dell’Imperatore, poteva infilzare l’avversario perdente? Oggi si potrebbero giochi analoghi, a punti, facendo una sintesi fra i ludi circensi di duemila anni fa e quel che succede oggi sotto i portici di Bologna. Esempio: Via Nosadella dove vi sono negozi, ristoranti e, quel che più conta, un asilo infantile!!! Da Via Saragozza sino a Piazza Malpighi la strada è in discesa e quindi si possono, per ciclisti avvezzi ai portici cittadini, raggiungere velocità da moto GP . Nelle ore più frequentate da pedoni si fanno scendere detti ciclisti a tutta velocità, tutto come oggi. L’unica differenza sarà al traguardo dell’incrocio fra Via S. Isaia e Piazza Malpighi, da attraversare rigorosamente con il rosso, dove verranno assegnati i punteggi a seconda dei risultati ottenuti: travolgere vecchietti? 2 punti a vecchietto, travolgere passanti ambosessi? 3 punti a passante, turisti stranieri spianati sul pavimento? 5 punti a turista, madre con bambino in carrozzina? 10 punti; intera famiglia padre, madre e due gemelli in adeguata carrozzina? 20 punti! Nel caso che si spediscano i genitori o i due figli al Rizzoli per fratture, il punteggio sale a 60. 100 punti per eventuali traumi cranici. Per la pubblica Amministrazione si tratterebbe solo di fare una tabella dei punteggi. I vincitori verranno osannati in Piazza Maggiore da migliaia di ciclisti con bici fuori norma e da rappresentanti della Pubblica Amministrazione. Tutto o quasi come oggi. L’unico colpo d’ala , per la Pubblica Amministrazione, sarebbe quella di consentire un transito contromano in una strada di grande traffico a senso unico, di determinati veicoli scelti per peso e consistenza. Sai che carneficina!!! Altro che i giochi circensi! Qualcuno obietterebbe : ma i romani ci hanno lasciato con Ulpiano e Triboniano un corpus di leggi civili!!! Sì, è vero, ma si erano dimenticati che le Leggi devono servire a Far Cassa.

Saluti da Caligola, pardon, da Ettore Scagliarini

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here