SASSO MARCONI, arrivano 50 profughi. Senza preavviso

0
352
Foto Mazzetti (3) (800x798)
Stefano Mazzetti, sindaco di Sasso Marconi

Preoccupazione e disagio per le modalità adottate dal Governo
Il sindaco Mazzetti chiede chiarimenti e garanzie alla Prefettura

Nella giornata di oggi, 10 aprile 2014, la Prefettura di Bologna ci ha gentilmente informato che, in seguito a una decisione del Ministero degli Interni, con decorrenza immediata 50 profughi saranno alloggiati a Villa Angeli, nel territorio comunale di Sasso Marconi”.

Il sindaco di Sasso Marconi, Stefano Mazzetti, esprime la sua disapprovazione per il metodo adottato, ritenendo che problematiche di questo genere debbano essere affrontate e risolte in una logica di sistema, attraverso un preventivo coordinamento con gli Enti locali e in rete con le Istituzioni preposte. In una lettera scritta alla Prefettura (protocollo n. 5714 del 10/04/2014), il primo cittadino esprime altresì tutta la sua preoccupazione, non avendo ottenuto informazioni e garanzie rispetto a: gestione e qualità dell’accoglienza, copertura dei costi di assistenza e permanenza, misure integrative per quanto riguarda sicurezza e ordine pubblico.

“Sono sconcertato per la modalità adottata in questo frangente – commenta il sindaco Mazzetti -. Non ci siamo mai tirati indietro di fronte alle richieste di aiuto di persone in difficoltà, tuttavia contestiamo il trattamento di vassallaggio da parte del Governo centrale nei confronti dell’Istituzione locale preposta ad amministrare e garantire sicurezza e ordine pubblico sul territorio. Sasso Marconi è storicamente un comune accogliente, che continua a farsi carico delle esigenze dell’individuo e che, nel tempo, ha consolidato un efficace ed efficiente sistema di servizi alla persona, incluse le attività di cooperazione internazionale. Ed è proprio per questo motivo che contestiamo l’atteggiamento della Prefettura e attendiamo urgenti chiarimenti”.

I contenuti della lettera inviata alla Prefettura, con protocollo n. 5714

(….)

Prendiamo atto che – con decisione unilaterale della Prefettura – una cinquantina di profughi verranno sistemati a Villa Angeli nel territorio di Sasso Marconi a partire da oggi 10/04/2014.

Come amministratori nonché garanti della sicurezza dei cittadini e dell’ordine pubblico chiediamo con urgenza le motivazioni di tale operazione e in quale piano generale questa rientri.

Chiediamo inoltre:

Perché sia stato scelto questo Comune per ospitare la totalità di persone destinate alla provincia di Bologna
Perché sia stato scelto l’immobile di Villa Angeli
Il numero esatto delle persone da ospitare, la loro provenienza e la loro identità
Se vi siano minorenni
Chi si occuperà di coprire i costi necessari alla loro permanenza a Sasso Marconi
Chi gestirà tutti i servizi necessari alla loro permanenza
Quali misure siano state prese per garantire la sicurezza

Dando come presupposto che si tratta di misura temporanea – per fare fronte ad un’emergenza umanitaria – chiediamo informazioni certe per quanto riguarda:

La durata della permanenza dei profughi nel territorio di Sasso Marconi
Le attività che svolgeranno i profughi nel periodo di permanenza
Garanzie circa l’assistenza necessaria (sanitaria, psicologica ecc.)

In fede,
Stefano Mazzetti
Sindaco di Sasso Marconi

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here