BOLOGNA – Convegno su: “Il ruolo delle Terme nella prevenzione e nella riabilitazione”

0
402

ariterme1

 

A Bologna, il 16 aprile, a Palazzo de’ Toschi di Banca di Bologna, in Piazza Minghetti 4/d, a partire dalle ore 9 – nel contesto de “I Convegni della Porretta” – avrà luogo il Convegno medico “Il ruolo delle terme nella prevenzione e nella riabilitazione: presente e futuro”, assolutamente in tema con la ripartenza della stagione termale e con la riapertura delle Terme di Porretta, attive dal 4 aprile e inaugurate sabato 9 aprile.  

Ad iscrizione e partecipazione gratuite, il convegno è rivolto a medici, farmacisti, infermieri, fisioterapisti ed altre figure professionali sanitarie. Il Convegno, è stato dichiarato idoneo, dal Ministero della Salute, per il percorso di Educazione Medica Continua (ECM) ed attribuisce 8 crediti formativi Per partecipare ai lavori è sufficiente registrarsi contattando la segreteria organizzativa: Avenue Media te. 051 6564300, congressi@avenuemedia.eu.

Il Comitato Scientifico del Convegno è presieduto dal Prof. Sergio Coccheri, Ordinario di Malattie Cardiovascolari dell’Università di Bologna, con la segreteria scientifica della dr.ssa Donatella Orlando e il coordinamento del dr. Aspero Lapilli, Direzione Sanitaria delle Terme di Porretta.  Patrocinato tra gli altri da Scuola di Medicina dell’Università di Bologna; SIMI Società Italiana di Medicina Interna; Ordine dei Medici di Bologna; Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale FoRST; COTER Consorzio del Circuito Termale Emilia Romagna, vedrà affrontati dai qualificati relatori numerosi temi.

(dr. Aspero Lapilli) Gli argomenti trattati andranno dal supporto delle Terme alla riabilitazione dopo infarto o ictus cerebrale, alle proprietà delle acque sulfuree, utili nelle malattie respiratorie, nella insufficienza venosa e linfatica anche grave (quali edema e ulcere delle gambe) e, in prospettiva, nella prevenzione di malattie degenerative delle ossa (osteoporosi) e del sistema nervoso.

L’utilizzo dell’acqua, o meglio di acque a diversa composizione minerale, come supporto alla salute è pratica antichissima nella maggior parte delle culture del pianeta. Le cure termali sono tuttora assai diffuse soprattutto nell’Europa continentale e possono definirsi “complementari” o “ausiliarie” rispetto alla medicina corrente. Peraltro, viviamo un’epoca caratterizzata da una vera e propria esplosione della scienza biomedica, con tecnologie diagnostiche e terapeutiche sempre più avanzate.  Sembra perciò un paradosso che l’attuale medicina iper-tecnologica, capace di riportare brillanti successi nella lotta alle malattie più letali o invalidanti, lasci spesso inascoltata una sempre crescente richiesta di benessere.

ariterme3

(prof. Sergio Coccheri) Il concetto di benessere psicofisico travalica quello di salute intesa soltanto come assenza di malattia e rappresenta oggi un’esigenza primaria, sia della persona sana che di quella ammalata.  Il dibattito sulla validità delle terapie termali ha fatto registrare negli ultimi anni un rinnovato interesse per tali cure. Questo in virtù di nuove evidenze scientifiche sui meccanismi d’azione di alcuni componenti delle acque minerali (come lo zolfo), di nuove tecnologie di somministrazione e soprattutto di una migliore definizione delle fasi di malattia e dei tipi di pazienti che più si possano giovare di trattamenti di questo tipo. In questo Convegno si proporrà di rivalutare una funzione di terapie ausiliarie, ma non alternative, che possono adeguatamente collocarsi in certi periodi o fasi del decorso di malattie croniche, permettendo di ottenere miglioramenti o fasi di quiescenza.

Tali risultati sono costituiti sia da elementi clinici o strumentali obiettivi, che da componenti di sollievo sintomatologico, specialmente nel campo tanto trascurato dei disturbi soggettivi. Questi ultimi non sono certo meno importanti di quelli obiettivi, in quanto favoriscono quella armonica collaborazione informata che è elemento essenziale del rapporto medico-paziente.

terme3xy

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here