ALTO RENO TERME – Nanni:” Archiviamo la campagna elettorale e lavoriamo tutti insieme”

0
331

nannivoto2x

Le priorità: Comune, ospedale, lavoro e rilancio del territorio

di Mario Becca

 

Ad una settimana dal voto che ha portato Giuseppe Nanni a ricevere la fascia tricolore come primo cittadino di Alto Reno Terme, ci si può voltare indietro e fare una breve analisi sull’esito che ha rispettato il pronostico forse con più margine di quanto era preventivato

– Sindaco, c’ stato un valore aggiunto dell’ultim’ora ?

– Le grandi dimostrazioni di affetto sincero, dagli abbracci ai tanti caffè offerti, che ho ricevuto nelle mie visite,  e ne avrei voluto fare di più ma non c’era il tempo, mi davano un certo ottimismo, ma debbo riconoscere che quel “valore aggiunto” che lei mi chiede, è venuto a mio avviso dal fatto che   quello che provavano i graniglionesi nei miei confronti  si è  riversato anche sui porrettani portando quel risultato che abbiamo visto alla fine.

– Quando ha capito che la vittoria era a portata di mano ?

– A Molino del Pallone c’era un seggio che veniva dato come sicuro per Rabboni e l’Evangelisti ed invece il risultato dello spoglio mi ha visto nettamente davanti e contemporaneamente mi arrivavano le prime indicazioni positive anche dagli altri seggi, ecco direi che lì c’ è stata la svolta.

In una certa zona di Porretta (ndr quella che una volta chiamavano, se non erro, “i Parioli” o “il Cremlino”) però ha subito la sconfitta.

– Era preventivata. Per vecchi motivi socio-politici. Ma è stata contenuta, la differenza si è rivelata inferiore al previsto ed anche questo è stato un buon segno

Sono passati ormai sette giorni, c’è stato qualche contatto…con la controparte ?

– Da qualche candidato di altre liste una telefonata e normali saluti. Io ed i miei abbiamo incrociato Rabboni per strada…ma grande freddezza . Ho letto le sue motivazioni alla sconfitta e debbo dire che mi hanno sorpreso. Il motivo è semplice: sono dette da uno che è nella politica da 40 anni e quindi con quelle parole offende la politica ed i cittadini che non l’hanno votato. Invece è tutto molto più semplice: chi ha messo l’x sul mio nome l’ha fatto dando fiducia al mio nome come sindaco che ha dimostrato per 30 anni di essere vicino ai cittadini , non solo per parlare di tasse , ma condividendo tutti i loro problemi .

E’ stata una campagna elettorale molto dura, direi che si sia andati al di là delle regole e a volte della correttezza. E’ molto probabile che rimangano delle scorie che danneggerebbero tutti, e intendo tutti i cittadini non i candidati. Aggiungo che se lo stesso impegno, la stessa  passione diciamo anche la stessa grinta fosse messa da tutti, e sottolineo TUTTI,  per l’Alto Reno, il nostro territorio avrebbe grandi probabilità di ripartire.

– Sono d’accordo. Ho chiesto scusa se qualcuno dei miei ha esagerato e nel discorso che ho fatto in occasione della mia “investitura” ho detto molto chiaramente a questo proposito “FINE, tutto deve passare alla memoria”. Da oggi tutti dobbiamo remare dalla stessa parte, lavorare all’unissono. Abbiamo il compito di far rilanciare il nostro territorio.

– E a questo proposito mi sintetizzi brevemente le priorità.

– Rimettere a posto la macchina comunale, ripartire col grosso lavoro già iniziato per l’ospedale, l’occupazione, in particolare la Demm, sotto gestione commissariale e con problemi di liquidità, e lo sviluppo,  e quindi le Terme e rilancio del Turismo che creano un indotto  determinante per l’economia di tutta la zona

–  Archiviate le elezioni, si torna subito a parlare di unioni e fusioni. Sarete  favorevoli e pronti ?

– Un nostro obiettivo è quello di allargare i confini del comune di Alto Reno Terme. Ma prima è necessario che si dimostri la bontà della nostra fusione. Solo con dati concreti si possono convincere gli altri. Ma dovranno essere coinvolti direttamente i cittadini. Solo con iniziative politiche si va poco lontano.  

Per quando è prevista la prima convocazione della nuova Giunta ?

Direi  il 24 o 25 giugno.

 

 

Storia di una foto

Qualcuno mi ha scritto chiedendomi se fosse un fotomontaggio. Chiaramente è intuibile che si possa essere fatta questa supposizione dopo le “dure” parole che si sono sentite nel corso della battaglia elettorale, ma in realtà è una foto “normale”. La feci in occasione della presentazione dei lavori alle Terme. Stavo parlando con Nanni, quando è passato lì vicino Tiberio Rabboni, che avevo conosciuto personalmente  pochi giorni prima, e gli ho chiesto se poteva essere gentile e avvicinarsi per fare una foto “storica” ai due “contendenti”. Ed ha accondisceso subito con cordialità ed un sorriso a cui si è unito quello di Nanni. Nel farla, come penso tantissimi dell’Alto Reno, ho pensato che se unissero esperienza, capacità e conoscenze (di leggi e persone) il territorio avrebbe veramente e concretamente tante chances in più di risollevarsi…….So che è difficile, ma in un prossimo futuro…per il bene di tanti….

????????????????????????????????????

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here