ORGANI ANTICHI: A Bubano concerto per arpa e organo

0
108

L’arpista Anna Castellari
SABATO 17 OTTOBRE 2020
ORE 20,45 – CHIESA PARROCCHIALE DELLA NATIVITA’ DI MARIA VERGINE
BUBANO – FRAZIONE DI MORDANO (BO)
 
locandina bubano.png

Il programma. Anna Castellari e Luigi Moscatello presentano un insolito programma dedicato ad un organico altrettanto inusuale, spaziando dal repertorio originale per arpa e organo alle trascrizioni appositamente realizzate per questo evento, in cui il dialogo tra i due strumenti mette in risalto la melodia e l’armonia di entrambi, esplorandone le possibilità timbriche. Il programma abbraccia quasi tre secoli di musica sacra e profana, dal concerto di Handel per arpa all’Aria in stile classico di Grandjany, proponendo anche classici molto graditi al grande pubblico come la Toccata di Paradisi, l’Ave Maria di Gounod e l’Adagio di Albinoni.

L’arpista Anna Castellari inizia a studiare arpa da giovanissima e consegue i primi successi al “III Concorso Nazionale Carpineti in Musica” di Reggio Emilia (2005) e al “XIV Concorso Nazionale Dino Caravita” a Fusignano (2005). Non ancora diplomata ottiene l’idoneità per l’Orchestra Nazionale dei Conservatori, biennio 2012-2014. Dopo il diploma, conseguito brillantemente presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena sotto la guida di Stefania Betti  e il biennio conseguito presso il medesimo istituto, si perfeziona con Cristina Montes Mateo  durante il periodo Erasmus in Spagna e Luisa Prandina presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha collaborato, previa audizione, con l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro e con la quale ha suonato come prima arpa sotto la bacchetta dei Maestri Agiman ed Errico in produzioni nella regione Marche  e nel tour in Giappone , dove ha avuto l’onore di suonare alla Suntory Hall. E’ stata diretta dai Maestri Benzi, Tenan, Squarzina e Niemeyer in veste da prima arpa con l’Orchestra Universitaria Collegium Musicum di Bologna (2013-2015) e l’Orchestre Universitaire de Strasbourg. Ad ottobre 2019 ha interpretato Introduzione et Allegro di M. Ravel con membri della European Chamber Ensemble e del Bazzini Consort, essendo stata selezionata per il workshop “Ravel e dintorni”. In veste da solista ha suonato anche in Spagna, previo concorso, il Concerto in Sib di G.F. Handel/Grandjany con l’Orchestra Giovanile Santa Cecilia de Villa Vieja  e ha interpretato a Roma le Danze Sacre e Profane di C. Debussy con l’Orchestra Internazionale di Roma, previa audizione e vincita di Borsa di Studio “Flores Frezzotti”. In duo con il flauto, è stata premiata al Premio Crescendo di Firenze a giugno 2018 e tale duo è stato chiamato a suonare al Festival IMOC 2018 in Toscana. Ha registrato la premier del “Concerto per flauto, arpa, due percussioni e 15 archi” di Giorgio Gaslini, edito da TACTUS nel 2012.

L’organista Luigi Moscatello

 

L’organista Luigi Moscatello si è formato pianisticamente sotto la guida della Prof.ssa Valentina Berman, la quale lo ha preparato fino al conseguimento del diploma, ottenuto brillantemente presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna nel 1999, con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore e si è laureato con la Prof.ssa Bruna Bruno ottenendo nel 2007 il Diploma Accademico di II livello di Pianoforte, con 110 e lode. Dal 2000 al 2004 si è perfezionato con il grande pianista Lazar Berman, diplomandosi all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col maestro” di Imola. Ha ricevuto diversi premi in altrettanti concorsi nazionali e internazionali, tra cui: Primo premio assoluto al Concorso Pianistico Nazionale “G. Rospigliosi” di Lamporecchio (PT), “Città di Albenga” (SV), Festival delle Arti di Bologna, “Città di S. Giovanni Teatino” (CH). Ha iniziato l’attività concertistica all’età di dodici anni, con il Concerto in re maggiore di Haydn, presso il Teatro Comunale di Imola con l’Orchestra di Forlimpopoli. In seguito si è costantemente esibito come solista e in formazione da camera per diversi enti e associazioni: Accademia Pianistica di Imola, Università, Museo della Musica, Accademia Filarmonica di Bologna, Emilia Romagna Festival, Lyceum Club Internazionale di Firenze, Conservatorio di Milano (Sala Verdi), Società del Quartetto di Milano, Consolato Italiano e Istituto di Cultura Italiana di Shanghai (Cina), Associazione italo-tedesca di Oldenburg e Istituto di Cultura Italiana di Wolfsburg (Germania), Sony Italia (Madesimo Music Festival), Museo del violino di Cremona, Obratzsova Cultural Center di San Pietroburgo (Russia). Oltre all’attività concertistica, lavora come docente di pianoforte presso la scuola di musica comunale di Imola e pianista accompagnatore delle classi di strumento ad arco dell’Accademia internazionale “Incontri col maestro” di Imola. Dall’età di 11 anni si è avvicinato all’organo da autodidatta e ne ha approfondito lo studio presso il Conservatorio di Bologna, durante il Biennio Superiore. Dal 1998 al 2015 è stato l’organista della corale “Don Lorenzo Perosi” di Imola.

ATTENZIONE: MISURE DI SICUREZZA
A causa dell’emergenza sanitaria, saranno applicate le misure previste dai protocolli
per il contenimento del covid-19. In particolare, tra le altre, sono previste:
la registrazione in entrata e la sottoscrizione della dichiarazione di corresponsabilità,
il distanziamento delle sedute, l’obbligo di igienizzarsi le mani e portare la mascherina (anche durante il concerto).
A causa delle misure adottate per la sicurezza di tutti, è possibile che
si verifichi un leggero ritardo dell’inizio del concerto. 
E’ vietato creare assembramenti in entrata e uscita.
Inoltre, a causa della limitazione degli ingressi al concerto, l’accesso del pubblico
è consentito solo fino al raggiungimento della capienza programmata,
oltre la quale non sarà più possibile accedere.
Ringraziamo per la comprensione e ci scusiamo per il disagio.
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here