PNRR per il sociale: 6 progetti approvati per l’Unione Reno Lavino Samoggia

5 già finanziati dal PNRR per oltre 3 milioni di euro

0
238

Sono stati tutti e 6 approvati i progetti presentati dall’Unione Reno Lavino Samoggia ai bandi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza in ambito sociale3.056.000 euro sono già finanziati per 5 progettialtri 2.460.000 per il sesto progetto verranno invece finanziati con ogni probabilità attraverso i fondi PON, per un totale di oltre 5 milioni e mezzo di euro.

I progetti riguardano il sostegno alle capacità genitoriali e la prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini, l’autonomia degli anziani non autosufficienti, il rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione, percorsi di autonomia per persone con disabilità, accoglienza residenziale temporanea e centri servizi per il contrasto alla grave marginalità e povertà estrema.

Alcuni progetti sono inoltre realizzati in collaborazione con altri territori dell’area metropolitana in un’ottica di collaborazione, sinergia e potenziamento dei servizi alla cittadinanza.

Un risultato di grande rilevanza e importanza che dipende dalla qualità delle proposte presentate per la quale ringraziamo il lavoro di squadra di tutti i comuni dell’Unione e gli encomiabili impegno e professionalità messi in campo dall’Ufficio di Piano e Sociale del nostro Servizio Sociale Associato”, sottolineano il presidente dell’Unione Reno Lavino Samoggia e sindaco di Casalecchio di Reno Massimo Bosso Roberto Parmeggiani, sindaco di Sasso Marconi con delega al Welfare in Unione, “Questi fondi saranno fondamentali per sviluppare e rafforzare azioni e servizi a favore delle fasce più vulnerabili della popolazione, anziani, disabili, famiglie e bambini in difficoltà, condizioni di povertà estrema. Temi verso i quali i Comuni ed ASC InSieme sono sempre stati particolarmente attenti. Questi due anni di pandemia hanno acuito le situazioni di criticità e ne hanno create di nuove, siamo riusciti a tenere alto il livello dei servizi ma, ora, finanziamenti di questa entità ci permetteranno di rispondere maggiormente e anche in modo più innovativo ai bisogni crescenti del nostro territorio“.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here