Bar negli Istituti superiori, approvata la convenzione per sei anni con la Città metropolitana

0
172

La Città metropolitana con atto del Sindaco ha approvato la convenzione con gli Istituti scolastici al cui interno sono presenti locali adibiti a bar-tavola fredda, per la concessione della gestione a terzi.  La convenzione avrà una durata di sei anni, a decorrere dall’anno scolastico 2022/2023 e con scadenza al temine dell’anno scolastico 2027/2028.

La Città metropolitana di Bologna ha già stipulato negli anni passati convenzioni, ora scadute, con gli Istituti Scolastici per la concessione onerosa a terzi di locali di proprietà o in gestione ex legge 23/96, di eventuali bar-tavola fredda. In forza di tali concessioni, gli Istituti scolastici hanno stipulato i relativi contratti con soggetti privati, gestendoli autonomamente, procedendo in proprio alla riscossione del canone dovuto, come quantificato dalla Città metropolitana, e al versamento della quota spettante all’Ente.

La Convenzione disciplina nel dettaglio il rapporto convenzionale tra l’Ente e gli Istituti scolastici e regolamenta l’installazione dei distributori automatici di bevande e generi alimentari. Gli Istituti che hanno manifestato l’interesse ad aderire sono:
I.I.S. Aldini – Valeriani – Bologna
I.I.S. F. Alberghetti – Imola
I.I.S. Belluzzi – Fioravanti
I.I.S. E. Majorana – San Lazzaro di Savena
I.I.S. L. Fantini – Vergato
I.I.S. Manfredi Tanari – Bologna
I.T.C.S. G. Salvemini – Casalecchio di Reno
I.T.C.S. R. Luxemburg – Bologna

Liceo A. Righi – Bologna

Il corrispettivo delle concessioni è calcolato dalla Città metropolitana per ogni singolo Istituto, sulla base del numero di studenti e personale scolastico che usufruiscono del servizio di bar/ristoro ed è quantificato in via presuntiva per un importo pari a 132.500 euro per i cinque anni.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here