San Benedetto Val di Sambro ricorda le vittime di tutte le stragi

Due i momenti per commemorare la memoria delle persone uccise negli attentati del 1974 (Italicus) e del 1984 (Rapido 904)

0
131

 

 Una corona di fiori e un concerto: il comune di San Benedetto Val di Sambro ricorda tutte le vittime delle stragi in particolare quelle del treno Italicus, avvenuta nella notte tra il 3 ed il 4 agosto del 1974, e quelle del Rapido 904.

Il primo appuntamento si svolgerà il 2 agosto in contemporanea alla manifestazione della strage alla stazione di Bologna del 1980 e proprio dal piazzale Est partirà un convoglio speciale con una delegazione che arriverà alla stazione di San Benedetto Val di Sambro intorno alle 11.45. Ad attendere la rappresentanza bolognese il sindaco, Alessandro Santoni e la Giunta del comune montano. Poi il corteo si sposterà nel piazzale dove avverrà la cerimonia in ricordo di tutte le vittime.

 

 

Il concerto giunto quest’anno alla 5^ edizione, invece, si svolgerà giovedì 4 agosto alle 21 nel santuario della Madonna della Serra di Ripoli. Il maestro Andrea Trovato si esibirà nel suono dell’organo con musiche di F. Feroci, G.F. Handel, A. Lucchesi, B. Marcello, C. Monza, B. Pasquini, P. Tomeoni, D. Zipoli. Introduce la professoressa Maria Chiara Mazzi.

Il concerto è promosso dal Gruppo Studi Savena Setta Sambro, Itinerari Organistici Giorgio Piombini, in collaborazione con il Comune di San Benedetto Val di Sambro, l’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese e con il contributo della BCC EmilBanca.

 

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here