CASALECCHIO: Finanziato con fondi PNRR il progetto di demolizione e ricostruzione del Nido d’Infanzia “B. Zebri”

In corso la conferenza dei servizi per l’avvio dei lavori nell’estate 2023. Durante i cantieri i bambini già iscritti svolgeranno l’anno educativo nei locali adiacenti alla scuola Vignoni.

0
240

Nel dicembre scorso è stata pubblicata la graduatoria che prevede l’aggiudicazione al Comune di Casalecchio di Reno dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), missione 4 – istruzione e ricerca, per la realizzazione dei lavori di demolizione e ricostruzione del Nido d’Infanzia “B. Zebri”, in via Irma Bandiera a Casalecchio di Reno.

Il progetto prevede la demolizione dell’edificio attuale, costruito nel 1977, e la realizzazione di un edificio a pianta rettangolare distribuito su un unico livello, allo scopo di ospitare quattro sezioni di asilo nido con relativi locali accessori per le attività educative e per il riposo, oltre ai locali riservati al personale educativo, alla cucina, ai servizi igienici e alla dispensa.

L’edificio verrà realizzato all’interno dell’attuale ampio giardino scolastico, recintato ad uso esclusivo, posizionato in maniera tale da compensare le pendenze presenti nella morfologia del terreno e per poter sfruttare al meglio lo spazio destinato alle attività all’aperto: saranno quindi realizzate opere di sbancamento, consolidamento e contenimento del terreno al fine di collocare la nuova struttura in una posizione più a valle rispetto all’attuale, al fine di incrementare lo spazio verde a disposizione dei bambini.

Le sezioni saranno pensate con un orientamento verso est per godere appieno della luce del sole durante tutta la mattinata. Ogni singola aula, inoltre, sarà pensata come un nucleo indipendente e servita ciascuna da servizi quali bagni e accettazione. La copertura si ipotizza piana, dotata di lucernari per illuminare al meglio gli ambienti sottostanti, con impianto a pannelli fotovoltaici, al fine di ridurre i consumi e rendere l’edificio più efficiente dal punto di vista energetico.

Il giardino sarà progettato e pensato in relazione alle attività pedagogiche ed educative previste e quindi adeguatamente attrezzato con giochi e materiali pensati all’uopo, prevedendo porzioni al naturale con erba e aree pavimentate con apposito materiale antitrauma.

Il costo complessivo del progetto è di € 2.088.000, di cui a finanziamento ministeriale per 1.488.000 euro e a cofinanziamento del Comune per i 600.000 euro residui.

Il progetto definitivo è ora in fase di Conferenza dei Servizi al fine di ottenere il parere degli Enti Terzi e poter procedere così alla redazione del progetto esecutivo entro la primavera. Si prevede di avviare il cantiere alla conclusione dell’anno educativo in corso di svolgimento, con conclusione entro i prossimi due anni.

Durante i cantieri i bambini già attualmente iscritti al Nido “Zebri” svolgeranno le attività educative nei locali adiacenti alla Scuola dell’Infanzia “Vignoni”, precedentemente utilizzati dal Nido d’Infanzia “Piccole Magie”, in via Enrico Fermi.

Per quanto riguarda i nuovi iscritti a partire dall’anno educativo 2023/2024, sono in corso di valutazione da parte della Giunta le modalità di distribuzione dei bambini nelle strutture d’infanzia già presenti, al fine di incidere il meno possibile sul numero dei posti a disposizione delle famiglie.

Dichiarazione del Sindaco di Casalecchio di Reno, Massimo Bosso:

“Gli interventi di edilizia e manutenzione scolastica sono gli atti più concreti e preziosi che un Amministrazione può mettere in campo per la comunità del domani. Siamo quindi davvero molto contenti di festeggiare oggi l’imminente avvio di un cantiere per la demolizione e ricostruzione del Nido Zebri, punto di riferimento educativo ormai storico per i cittadini della Croce e, più in generale, di tutta Casalecchio.

Un investimento per le generazioni future, che sarà realizzato con le più moderne tecniche, non solo in termini di risparmio energetico e di riduzione del rischio sismico, ma anche rispetto all’allestimento interno degli spazi, al fine di offrire ai bambini che la frequenteranno e agli educatori che vi opereranno le migliori condizioni educative e lavorative.

Questo intervento sarà poi uno dei passi fondamentali nel più ampio progetto di riqualificazione e rilancio della Croce di Casalecchio, che vedrà il 2023 come l’anno cardine per il raggiungimento di obiettivi a cui lavoriamo dall’inizio di questo mandato amministrativo”.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here