BASKET – Virtus attesa a Cremona: alta classifica in palio

0
166

Mbaye

 

Archiviato il sorteggio di Basketball Champions League, dove il destino ha deciso che sulla strada della Virtus Segafredo, negli ottavi di finale, si materializzino i campioni di Francia del Le Mans, la truppa di Pino Sacripanti si ributta anima e corpo in campionato, dove per l’anticipo di domani, sabato 9 febbraio (palla a due alle 20.30), al PalaRadi l’attende la Vanoli Cremona, terza in classifica con due sole lunghezze di vantaggio sulla Segafredo.

“L’importanza della partita di domani è notevole, sembra che la classifica stia iniziando a delinearsi chiaramente e noi dobbiamo decidere cosa fare, se essere quelli che rincorrono le prime  quattro posizioni o quelli che ci entrano. Su un campo così difficile, a soli due giorni di distanza da una qualificazione in prima posizione agli ottavi di BCL, possiamo dimostrare qualcosa anche a noi stessi”.

“Una partita che mette sul tavolo un modo di giocare preciso da parte loro, il controllo del ritmo è decisivo anche dal punto di vista della qualità offensiva. La partita di andata l’abbiamo giocata per 36 minuti, poi ci siamo fatti prendere da un nervosismo eccessivo, non controllando le emozioni. Va ricordato, perché Cremona è una squadra a cui puoi fare un parziale di 10-0, o nello stesso tempo subirlo. Se saremo bravi là, possiamo pensare di fare qualcosa di veramente solido in campionato”.

“Siamo stati bravi fino a risalire alla sesta posizione, vincendo anche partite decisive. Più volte questa squadra ha  mostrato di aver fatto un salto di qualità, e questa è una partita in cui sarebbe bello andare a prendere due punti e pareggiare il conto con la Vanoli”.

“Abbiamo preso l’abitudine a giocare quasi sempre, tra campionato e BCL, stavolta abbiamo un giorno in meno ma credo che le motivazioni siano alte e l’abitudine a questi ritmi sia assimilata”.

“Il sorteggio di BCL? Sono felice della nostra prima posizione nella prima fase, abbiamo vinto dieci partite su 14, perdendone due di 1 punto e due di 3 punti. Un girone di altissimo livello, e faccio i complimenti ai ragazzi, al club che non ci ha mai fatto mancare nulla, al dottore e ai fisioterapisti, agli assistenti che hanno lavorato anche di notte per preparare le partite. Cose che non sono scontate, ogni singolo elemento di organizzazione ha una grande importanza. Bisogna dare anche a chi sta dietro le quinte i giusti meriti”.

“In Europa incrociamo Le Mans, che ha battuto Avellino. Avendo giocato con la Sidigas, l’abbiamo studiata bene. Se sono arrivati davanti a loro, qualità ne hanno. Non c’è da pensare a chi è favorito, c’è fa fare un’andata e poi un ritorno, e sarà una bella sfida, di quelle in cui non vai a giocare pensando ai punti, a contenere, ma semplicemente per cercare di vincere. Hanno giocatori esperti, altri in rampa di lancio: sarà una bella sfida, non vivevo l’ansia del sorteggio, perché quando sei lì conta l’approccio, e la preparazione tecnica e tattica”.


Marco Tarozzi

Resp. Comunicazione
Virtus Pallacanestro Bologna

Foto dal sito Virtus Segafredo

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here