CICLISMO – GIRO D’ITALIA: Kamma si aggiudica la quarta tappa e Der Poel perde la maglia rosa

0
116

Era prevedibile che andasse via la fuga, era prevedibile che Van Der Poel perdesse la maglia Rosa, era prevedibile che la potesse indossare Lopez, ma Miguel Angel, non Juan Pedro.

E invece Miguel Angel Lopez si ritira per un misterioso fastidio ad una coscia lasciando il solo Vincenzo Nibali capitano dell’Astana, Vincenzo che oggi perde troppo per essere Capitano, ma probabilmente perde volutamente, e così la Maglia Rosa finisce sulle spalle Juan Pedro Lopez giovane della Trek Segafredo, giovane spagnole al secondo anno da professionista, che perde la volata al Rifugio Sapienza contro un giovanissimo, fortissimo e rinato Lennard Kamma.

Ma il ritiro di Miguel Angel non è la sola sorpresa di giornata, l’altra è l’incredibile crollo di Tom Dumolin, tra i favoriti alla vigilia prende 9 minuti dal vincitore e 7 dai migliori. Un crollo che lui stesso definisce inspiegabile e che forse può essere spiegato dal lungo viaggio tra Ungheria e Sicilia, via aereo ma pur sempre molto stressante per sportivi tirati al limite.

L’Etna ha detto tanto ma certo non tutto e anche per chi è crollato è ancora prestissimo per dire che è finita. L’Etna ha parlato, ha detto che la Ineos punta al terzo giro consecutivo e là davanti ha due uomini non da poco, il diavoletto australiano Richie Porte e il campione olimpico Carapaz, e occhio anche a Sivakov, ha detto che Giulio Ciccone c’è e che sembra cresciuto, soprattutto di testa, ha detto che Hindley sembra essere quello del Giro autunalle 2020 e ha detto che anche Landa c’è, insieme ad  un altro spagnolo che alla sua ultima corsa rosa venderà cara la vecchia pelle prima mollare, Alejandro Valverde. Ha detto che chi sa andare in bici ci sa andare sempre, a qualunque età, Valverde come Pozzovivo, meraviglioso ed incredibile vederlo ancora protagonista.

Ha detto tanto ma alla fine non ha detto niente, siamo solo all’inizio e già questa settimana l’Appennino dirà tante altre cose.

 

Immagini RAI

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here