Era la notizia più attesa da parte delle due amministrazioni dell’appennino bolognese, e lo scorso 5 novembre è arrivata: Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato il decreto di approvazione dei progetti del Prevam 6/7, legati alla realizzazione della Variante di Valico.

Dopo anni di costante e difficile lavoro da parte delle due amministrazioni, insieme alla Regione Emilia Romagna e Autostrade per l’Italia, fatto di incontri, sopralluoghi e conferenze di servizi, è arrivato il più importante passaggio normativo, ossia il via libera ministeriale.

Ora Autostrade per l’Italia potrà procedere con le gare d’appalto per l’affidamento dei lavori. Si tratta di interventi diversificate  complessi, per un totale di circa 38 milioni di euro. Dal recupero ambientale dei cantieri di Sparvo, Molino di Setta e Ca’ Nova, alla sistemazione di movimenti franosi nel versante di San Benedetto; dalla riqualificazione nei borghi di Badia, Piano del Voglio e Montefredente agli interventi sulle strade.

E sono proprio le strade a farla da padrone, con l’adeguamento dei tratti Ca’ Nova – Serrucce e Ca’ Nova – Ca’ Brusori e la realizzazione ex novo del collegamento da Badia a Sparvo. Sono infatti opere molto attese e sentite dalla cittadinanza, sia perché largamente utilizzate e che necessitano di grandi interventi di manutenzione straordinaria, come il caso della Ca’ Nova – Serrucce, sia perché potranno aprire sbocchi interessanti, anche dal punto di vista di insediamenti produttivi, come il collegamento fra il casello di Badia e Sparvo.

Soddisfazione fra i Sindaci di Castiglione dei Pepoli e San Benedetto val di Sambro, che a questo importante traguardo lavorano insieme gomito a gomito da sei anni.

 

Maurizio Fabbri, primo cittadino di Castiglione:

“L’approvazione da parte del Ministero rappresenta un passo in avanti davvero importante. Adesso manca l’ultimo miglio, ossia la gara d’appalto da parte di Autostrade e poi vedremo avviare i cantieri. Per noi sono opere molto importanti e attese da anni dalla popolazione. Si potranno aprire scenari molto interessanti, con una viabilità nuova che collegherà Sparvo e Lagaro alla Variante di Valico in maniera più rapida. Ora siamo in attesa di un altro passaggio atteso da troppo tempo: l’approvazione dei progetti del PREVAM; che interessa Roncobilaccio, fermi da tre anni al Ministero”

Alessandro Santoni, Sindaco di San Benedetto:

“Questo passaggio è fondamentale poiché darà il via alla fase operativa di individuazione del soggetto che eseguirà i lavori tanto attesi dai due territori, lavori che consentiranno di mettere in sicurezza il territorio, di migliorare i collegamenti grazie a due nuove infrastrutture utili soprattutto per i pendolari e per le attività, nonché di accrescere la qualità urbana nelle frazioni di Pian del Voglio e Montefredente, quella qualità che in questi anni abbiamo sempre cercato di mettere in ogni intervento.”

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here