Sarà inaugurato sabato 11 novembre a Bargi (Camugnano) il “Museo del Carraio”, ospitato da alcune sale di Palazzo Comelli. L’appuntamento è alle ore 11, alla presenza del sindaco Alfredo Del Moro che farà gli onori di casa, mentre alle 12 è prevista una visita guidata con una dimostrazione pratica.

L’originale esposizione presenta una vasta serie di strumenti utilizzati nel secolo scorso dalla famiglia Gandolfi per realizzare e manutenere carri e carrozze. Torni a pedali, trapani, macchinari ingegnosi utilizzati soprattutto tra il primo novecento e la seconda guerra mondiale appartenuti al signor Enrico Gandolfi, di Santa Maria Villiana (Gaggio Montano), che i figli Giuseppe e Paola hanno voluto donare al Comune di Camugnano affinché ne rendesse fruibile a tutti la visione.

I macchinari, prevalentemente in legno, sono stati accuratamente ripuliti e trattati da alcuni volontari di Bargi, ed accolti nell’ex-fienile presso il Palazzo Comelli. Saranno visibili ai turisti su prenotazione tutto l’anno, o negli orari di apertura al pubblico del Palazzo durante il periodo estivo.

Palazzo Comelli si candida infatti a diventare uno dei capisaldi delle proposta turistica della valle del Limentra insieme alla Rocchetta Mattei, alla chiesa di Santa Maria Assunta di Alvar Aalto a Grizzana Morandi, al Mulino Cati e ad altri punti di interesse che l’Unione dei comuni dell’Appennino Bolognese sta lavorando per valorizzare.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here