CENTRO ENEA BRASIMONE: Approvato protocollo d’intesa fra Regione Emilia Romagna, Toscana ed Enea

Per il Centro del Brasimone e per tutto l'Appennino bolognese oggi è una giornata davvero importante.

3
380

Comunicato inviato da Igor Taruffi, consigliere regionale:

L’investimento di Regione Emilia-Romagna, Regione Toscana ed Enea e l’impegno della Città Metropolitana di Bologna e dei Sindaci delle Amministrazioni locali, per il rilancio del Centro ENEA del Brasimone ha portato alla sottoscrizione di un importante protocollo d’intesa tra i diversi enti.
Il protocollo comporta l’attribuzione al Centro del Brasimone di specifici progetti in ricerca e produzione in tecnologie avanzate, primo tra tutti la realizzazione dell’infrastruttura di ricerca Sorgentina-RF che, attraverso investimenti congiunti, punta a rendere concreta la possibilità di produrre radiofarmaci mediante neutroni da fusione.
L’intesa prevede complessivamente oltre 100 milioni di investimento nei prossimi anni con una ricaduta occupazionale di diverse decine di nuovi posti di lavoro.

Grazie all’impegno dell’intera filiera istituzionale, il Centro del Brasimone potrà tornare ad essere comunque un sito strategico di ricerca e sviluppo.
Una cittadella della ricerca in grado di attirare esperti da tutto il mondo.
Un riconoscimento particolare va al Sindaco di Castiglione dei Pepoli Maurizio Fabbri, vera e propria anima del progetto.

SHARE

3 Commenti

  1. Senza niente togliere al sindaco di Castiglione Maurizio Fabbri (considerando anche che il Centro Enea sorge nel comune di Camugnano), visto anche e giustamente che il protocollo interessa tutti i comuni limitrofi e oltre, affermare che lo stesso sia la vera e propria anima del progetto, mi sembra un po’ esagerato.

  2. Nel riconoscere a Maurizio Fabbri la sua competenza ed il suo impegno voglio precisare che per quanto riguarda l’attuale progetto di rilancio del centro Enea del Brasimone anche l’Amministrazione Comunale di Camugnano, insediata da soli cinque mesi, ha dato il suo contributo a tutti i tavoli istituzionali a cui è stata invitata. Come Amministrazioni Comunali stiamo lavorando assieme su molti temi comuni con ottimi risultati. Sulle ceneri del DTT è risorto un progetto di ricerca che auspichiamo possa portare i risultati attesi. Di questo dobbiamo ringraziare in particolare modo le Regioni e l’Enea. Abbiamo ridato speranza al centro Enea, ora dobbiamo rilanciare il Brasimone affinché possa diventare un fiore all’occhiello del nostro Appennino, una vera e propria cittadella della ricerca dove i ricercatori ma anche i turisti possano godere al meglio delle sue bellezze. E questo possiamo farlo solo continuando a collaborare fra comuni ed istituzioni. Buon lavoro a tutti.

  3. Pur senza nulla togliere alle competenze ed all’impegno di Maurizio Fabbri, con il quale stiamo collaborando per portare avanti molti argomenti comuni ad entrambi, voglio precisare che l’Amministrazione Comunale di Camugnano ha sempre partecipato in modo propositivo a tutti i tavoli sul Brasimone a cui è stata invitata. Grazie all’impegno della regione Emilia Romagna e dell’Enea, dalle ceneri del DTT, è stata ridata vita al centro Enea. Ora dobbiamo lavorare assieme per riqualificare il Brasimone creando un fiore all’occhiello del nostro Appennino integrando ricerca e turismo. Buon lavoro a tutti.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here