CASTEL DI CASIO – “Truffa on line”: individuati i responsabili

I Carabinieri hanno denunciato due persone

0
1262

I Carabinieri della Stazione di Castel di Casio hanno denunciato due persone
per aver truffato un’esercente italiana. La donna, trentasettenne di Gaggio
Montano, si era rivolta all’Arma per sporgere una querela contro ignoti, in
merito a una truffa sofisticata subita all’interno della sua attività di bar
– ricevitoria di Castel di Casio.

In particolare, la donna riceveva la telefonata di un soggetto che dopo
essersi spacciato per un dipendente di un’azienda operativa nei settori del
gioco on line (peraltro quella di riferimento delle apparecchiature
installate presso il locale stesso), l’allertava in relazione a una presunta
anomalia, risolvibile solo ed esclusivamente attraverso una specifica
procedura attivabile previa chiamata a un numero verde.

La donna quindi, per nulla insospettita, contattava il numero in questione,
venendo invitata a collaborare al sanamento dell’anomalia effettuando alcune
ricariche “di prova”, su alcuni numeri di carte di credito prepagate fornite
dalla sedicente azienda. Il tutto per un totale di 4.000 euro circa.

Dopo qualche ora, la commerciante, non vedendosi restituire la somma spesa
per effettuare la prova di riallineamento del sistema, ha capito che era
stata truffata e si è rivolta ai Carabinieri.

Gli investigatori dell’Arma si attivavano quindi nell’effettuazione di
alcuni complessi accertamenti, tra i quali quelli relativi ad origine e
movimento effettuati sulle citate carte, giungendo ad individuare i
responsabili della truffa, H.S., 41enne, e O.C., 46enne, romani, che
venivano deferiti a piede  libero.

Sono attualmente in corso ulteriori accertamenti volti ad accertare se la
coppia abbia operato altre truffe analoghe in provincia nel medesimo
periodo.

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here