LAGARO: I piccoli comuni montani al centro dell’incontro di Forza Italia

0
1159

Infrastrutture, vincolo idrogeologico, tutela e valorizzazione dell’agricoltura e delle attività produttive nei piccoli comuni montani come quelli delle Valli del Reno e del Setta.
Sono solo alcuni dei temi trattati ieri sera, venerdì 27 ottobre, nel corso dell’incontro svoltosi al ristorante “Dal Tosco” nella frazione di Lagaro (Castiglione de’ Pepoli) alla presenza di oltre 150 tra cittadini e amministratori e al quale sono intervenuti l’Europarlamentare Elisabetta Gardini, la Senatrice Anna Maria Bernini, l’Onorevole Elio Massimo Palmizio e il Consigliere Regionale Galeazzo Bignami.

Nel corso della serata cittadini e amministratori hanno evidenziato, tra l’altro, l’assoluta necessità di realizzare la bretella di collegamento Reno-Setta considerata altamente strategica per il rilancio dell’Appennino ed inserita, nei mesi scorsi, tra le linee programmatiche della Città metropolitana grazie all’azione del gruppo Uniti per l’Alternativa. E’ stata inoltre sottolineata l’importanza di giungere all’apertura del casello di Rioveggio valutando un confronto sulla sua futura collocazione che possa essere funzionale sia alla futura bretella che alla variante di valico.

Al centro della riflessione anche i finanziamenti europei che, pur essendo a bilancio per le infrastrutture e i progetti legati allo sviluppo dell’agricoltura, vengono assegnati solo in minima parte.
“Proprio per questo – afferma il consigliere regionale di FI Galeazzo Bignami, tra i promotori dell’evento – abbiamo ritenuto fondamentale organizzare una serata con rappresentanti dei vari livelli di competenza, perché ci rendiamo conto che per gli amministratori locali e i cittadini non sempre è facile accedere a risorse che sarebbero invece utilissime per il territorio. Abbiamo dato la nostra massima disponibilità a fare da tramite per far conoscere i bandi esistenti ma anche per individuare le priorità di intervento su cui questi bandi vanno ad agire”.

Questa è la miniatura di un’immagine allegata.
SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here