GRIZZANA MORANDI – Due mostre sul paesaggio dell’Appennino visto attraverso le incisioni e la fotografia

0
362

Foto Adversi – La Scola

 

I Fienili del Campiaro a Grizzana Morandi ospitano due mostre che si inaugurano sabato 21 luglio e saranno visitabili fino al 23 settembre. Con l’occasione i visitatori avranno la possibilità di apprezzare la vicina casa-museo di Giorgio Morandi

 

Sarà inaugurata sabato 21 luglio alle ore 17 a Grizzana Morandi, presso i Fienili del Campiaro, la mostra “Paesaggi incisi: incisioni calcografiche e xilografiche”. In occasione dell’inaugurazione della mostra verrà presentato il Quaderno dell’ALI – Associazione Liberi Incisori “Andrea Emiliani. Scritti sull’incisione ed altro” a cura di Marco Fiori e Marzio Dall’Acqua, alla presenza del professor Andrea Emiliani, cittadino onorario di Grizzana Morandi. Si tratta di una raccolta degli scritti dedicati all’incisione originale e ad artisti antichi, moderni e contemporanei: dal Barocci a Morandi, una carrellata su alcuni “peintre-graveur” e sui maggiori storici, criti ed editori della seconda metà del Novecento.

Il nostro splendido territorio” commenta il sindaco di Grizzana Morandi Graziella Leoni “si caratterizza per la presenza di numerose eccellenze naturalistiche, architettoniche e paesaggistiche. Un patrimonio importante, da tutelare e valorizzare attraverso iniziative di qualità volte a promuovere l’arte nel suo connubio con il paesaggio. Con la mostra “Paesaggi incisi” di ALI portiamo avanti questo impegno, nel nome di Giorgio Morandi, nume tutelare di questo Comune, che fu, prima di tutto, grande maestro di incisione

A seguire nella stessa sede alle ore 18 sarà invece inaugurata la mostra fotografica “A memoria d’uomo: borghi dell’Appennino tra vita e abbandono” di Ivano Adversi. Saranno presenti all’inaugurazione Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Marco Tamarri, Responsabile Turismo e Cultura dell’Unione dei comuni dell’Appennino Bolognese, Graziella Leoni, Sindaco di Grizzana Morandi e Alessandro Santoni Sindaco di San Benedetto Val di Sambro.

La mostra fotografica, come spiega lo stesso autore, racconta tre diversi borghi dell’Appennino: uno, Qualto a San Benedetto Val di Sambro, ancora abitato; un altro, il Borgo La Scola di Grizzana, parzialmente abitato e parzialmente rilanciato come località turistica; il terzo, Chiapporato a Camugnano, completamente abbandonato. Si tratta di un lavoro propedeutico che dovrebbe portare a sviluppi nel prossimo autunno, con l’obiettivo di “raccontare la vita nei piccoli borghi di montagna e dimostrare come sia possibile rivalutarli e rilanciarli sia da un punto di vista turistico che da un punto di vista abitativo, per residenti del posto e per persone venute da fuori per ripopolarli” spiega Adversi.

Ivano Adversi fa parte di un gruppo di fotoreporter e ricercatori principalmente orientati al reportage naturalistico ed antropologico: organizza infatti spedizioni in paesi europei ed extraeuropei  per documentare, attraverso la fotografia ed il reportage, ambienti e modi di vita diversi dai nostri. È autore di diversi volumi fotografici dedicati a temi diversi: dagli animali in via di estinzione ai più grandi fiumi della terra fino ai luoghi della sua Bologna. Ha tenuto mostre in Italia e all’estero (Cina, Francia, Spagna, Inghilterra, Russia). Contemporaneamente opera nel settore della divulgazione che, a partire dalle immagini catturate durante le spedizioni, si esplicita nel montaggio e nella diffusione di multivisioni, audiovisivi, mostre fotografiche, articoli su riviste specializzate e corsi di fotografia.

Sarà possibile visitare entrambe le mostre dal 22 luglio al 23 settembre il sabato e la domenica negli orari 10-13 e 15-18.  Negli orari di apertura della mostra sarà possibile visitare Casa Museo Morandi e l’Archivio Museo Mattei.

 

SHARE

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here